Giulianova - Samb, curiosita' e precedenti PDF
News - Prima Squadra
Sabato 05 Marzo 2016 17:36
Questo articolo è stato letto: 3217 volte

73-74 09 GIU-SAM 1-0 111173 tiro castronaro contro Franco Tancredi

a cura di Luigi Tommolini

Come all’andata, Giulianova-Samb è ancora una sfida “testa-coda” tra la capolista rossoblù e il fanalino di coda giallorosso.
Prima della sosta di domenica 13 marzo (Torneo di Viareggio), c’è la tredicesima trasferta della stagione per i ragazzi di Ottavio Palladini dopo il pareggio in casa contro l’Isernia che, nonostante tutto, ha fatto guadagnare alla squadra rossoblù un punto sulle dirette inseguitrici, Matelica e Fano, entrambe sconfitte in terra abruzzese rispettivamente ad Avezzano e Chieti.
La gara si giocherà al “Rubens Fadini” di Giulianova domenica 6 marzo alle ore 14:30.
Come lo scorso anno, la società abruzzese ha messo a disposizione 375 tagliandi per la tifoseria rossoblù, nella più corta trasferta della stagione, circa 23 chilometri.

GLI AVVERSARI: il Giulianova dopo ventisei incontri occupa, come detto, l’ultima posizione in classifica e ha collezionato 22 punti (40 in meno della Samb e due in meno dell’Amiternina che la precede in graduatoria) grazie complessivamente a 6 vittorie, 4 pareggi e 16 sconfitte (nessuno ha perso così tanto).
Con 20 reti realizzate è l’attacco più sterile del girone F di serie D, e con 47 gol subìti è anche la difesa più perforata.
Viene dalla rovinosa sconfitta di sabato 27 febbraio a Piano d’Accio contro il San Nicolò, 1-5, ma nell’ultimo turno casalingo ha superato la ben quadrata compagine giallorossa Recanatese di mister Mecomonaco, 1-0.
In effetti, dei 22 punti complessivi, 21 li ha conquistati in casa frutto di 6 vittorie (nell’ordine contro Matelica 2-1, Jesina 3-2, Castelfidardo 2-1, Monticelli 3-0, Olympia Agnonese 1-0 e Recanatese 1-0 ), tre pareggi (Amiternina 1-1, Avezzano 0-0 e Folgore Veregra 1-1) e 4 sconfitte (Isernia 1-2, San Nicolò 0-3, Campobasso 0-1 e Fano 0-1, il giorno dell’Epifania, prima giornata del girone di ritorno).
Nei tredici incontri casalinghi ha segnato 15 reti (3 volte più che in trasferta, dove ha realizzato soltanto 5 reti), e ha subìto 13 gol, contro i trentaquattro presi fuori casa.
Le 20 reti segnate sono state realizzate da 10 marcatori diversi.
Capocannoniere della squadra con 6 reti (una su calcio di rigore) è l’attaccante under Daniel Giampaolo (classe 1995).
Segue con tre reti un altro under, l’esterno sinistro di difesa giuliese (andato a segno sabato scorso a Piano d’Accio contro il San Nicolò) Riccardo Mastrilli  (’97).
Hanno realizzato due reti l’attaccante laterale Lorenzo Di Stefano (’92), l’esperto centrocampista esterno ex Melfi Saverio Pellecchia (2), (’88, arrivato a dicembre dalla Pianese) e il centrocampista di San Severino Marche ex Termoli Marco Vita (’94).
Una rete messa a segno da Kean Dossè, (’93), dal laterale difensivo pescarese Simone Marzucco (’96), dal difensore centrale ex civitanovese arrivato a dicembre Simone Sbaraglia (’92), dal laterale difensivo scuola Pescara Nicholas Sborgia (’95, al secondo anno in giallorosso) e dal centrocampista d’origini argentine Ezequiel Fabiani Straccia (’91).
Il capitano è il difensore centrale Edoardo Ferrante (’91).
Nel “mercato di dicembre”, oltre a Simone Sbaraglia e Saverio Pellecchia, sono arrivati l’attaccante romano Matteo Alessandroni (‘94, proveniente dal Fregene) e il difensore laterale ascolano Gianluca Mancini (’96, dal Monticelli).
A gennaio, invece, gli arrivi dal Lanciano, scuola Pescara, del centrocampista under, Alessio De Cerchio (’97) e dal Lariano dell’attaccante Davide Rufo (’91).

SOCIETA’ E ALLENATORE: dal 22 novembre scorso Vincenzo Serraiocco, 40 anni commercialista, è il nuovo presidente del sodalizio abruzzese.
A livello tecnico, la pesante sconfitta di sabato a Piano d’Accio contro il San Nicolò porta alle immediate dimissioni dei due tecnici che dalla 17a giornata avevano sostituito l’esonerato Francesco Giorgini:
Michele Gelsi (toscano, 48 anni a settembre, ex centrocampista, ha giocato 28 incontri in A, 16 con la Fiorentina dall’85/86 all’88/89 e 12 con l’Udinese nel 93/94) e Fabrizio Pisano (ex portiere della Samb con cui ha vinto la Coppa Italia di Serie C nel 1991/92 e giocato 30 volte in C2 nel 1990/91 e 33 in C1 l’anno seguente).
Le dimissioni vengono respinte in settimana dal presidente Serraiocco e Michele Gelsi riprende in mano la squadra nel ritiro di Pescara preparandola al meglio al difficile incontro contro la capolista sambenedettese.

EX: da parte giuliese ci sono la mezzala arrivata a gennaio Gioele Evangelisti (’92, sei presenze nella Samb 2010/11 in D) e il centrocampista under Lorenzo Emili (’97, due gare in rossoblù la scorsa stagione).
Da parte sambenedettese, invece, hanno indossato la casacca giallorossa il tecnico rossoblù, Ottavio Palladini e il suo vice, Luigi Voltattorni, entrambi centrocampisti.
In epoche e in categorie diverse, hanno disputato ciascuno tre stagioni nella società abruzzese giocando, più o meno, lo stesso numero di gare e segnando la stessa quantità di reti: Luigi Voltattorni, tre tornei in serie C2, dall’87/88 all’89/90, 90 presenze e tre gol; Ottavio Palladini, tre tornei in serie C1 quattordici anni dopo, dal 2004/05 al 2006/07, 87 presenze e tre gol.

I PRECEDENTI: sono 18 i precedenti in gare ufficiali in casa giallorossa: 14 in campionato e 4 in Coppa Italia di Serie C.
La prima gara si gioca il 19 dicembre 1937 nel Campo Sportivo “Castrum”, così chiamato per tutta l’epoca fascista e poi, nel 1951, intitolato a “Rubens Fadini” compagno di squadra nel “Grande Torino” dei fratelli Ballarin con i quali perì il 4 maggio 1949 nella “Tragedia di Superga”.
A “lu callarò” (il calderone), così ribattezzato dai tifosi giuliesi quel terreno di gioco, la Samb di Lucio Palestini viene sconfitta 2-4: per i rossoblù segnano “litturina” Lazzari a metà del primo tempo (rete dell’ 1-2) e dieci minuti dopo Marchegiani (2-3).

Subito dopo la fine del secondo conflitto mondiale (torneo 1945/46) la Samb è ancora sconfitta, questa volta di misura, 0-1 e l’anno seguente ottiene il primo punto, seppure a reti bianche, 0-0.

Ecco che il 14 dicembre 1947 arriva la prima vittoria (sul campo) 3-2: Varoli, Flammini e Brignone firmano le reti rossoblù ma la gara verrà annullata; tre settimane dopo, il 4 gennaio 1948, nella trasferta del “Recchioni” contro la Fermana, i tifosi giallorossi si rendono protagonisti di un’invasione di campo con gravi percosse all’Arbitro.
Il Giulianova viene escluso dal campionato e radiato: tutti i suoi incontri annullati.

Il 13 febbraio 1972 i rossoblù di Rivo Spinozzi pareggiano 0-0 contro i giallorossi dell’allenatore-giocatore Adelmo Capelli (ex Ascoli) e la stagione successiva, il 19 novembre 1972, c’è la sconfitta più larga, 0-3: è la terza gara sulla panchina rossoblù di mister Marino Bergamasco, reduce dalla sconfitta in casa contro il Montevarchi, 0-1.
Di fronte c’è il miglior Giulianova di tutti i tempi con Giovan Battista (Gibì) Fabbri in panca e Renato Curi in campo.
I giallorossi passano in vantaggio alla fine del primo tempo con Santonico su calcio di punizione: nulla può fare il portiere rossoblù Isetto. Al quarto d’ora della ripresa, per atterramento di Chimenti, c’è un calcio di rigore che Camozzi batte e segna, ma l’arbitro Lenardon di Siena fa ribattere e questa volta para Candussi; dieci minuti dopo c’è l’espulsione di Chimenti e alla mezz’ora il raddoppio di Santonico che firma la tripletta pochi minuti più tardi.

L’anno seguente, l’11 novembre 1973 (stagione della promozione in B), la “SamBergamasco” esce nuovamente sconfitta (0-1) dopo la rete fulminea (al 2’) di Polesello: l’arrembaggio della Samb non riesce a scardinare la rete difesa dal giovanissimo Franco Tancredi, futuro portiere della Roma e della Nazionale.

73-74 09 GIU-SAM 1-0 111173 tiro castronaro contro Franco Tancredi

Anche il 30 novembre 1980 la Samb di Nedo Sonetti viene battuta (1-2) dopo essere passata in vantaggio a metà del primo tempo con Walter Santo Perrotta.
I rossoblù spendono troppe energie e non concretizzano così che i giallorossi, dell’ex Nicola Tribuiani in panchina e Peppe Valà in campo, rimontano nel finale grazie alle reti di Bellagamba (29’) e di Zanolla (39’).

Giulianova Samb 30 novembre 1980 serie C1 Zenga in uscita Tedoldi in scivolata

Il 12 maggio 1991 arriva finalmente la prima vittoria “omologata”: la Samb di Giorgio Rumignani vince di misura 1-0 contro i giallorossi di Carlo Florimbi grazie al gol di Pasqualino Minuti a cinque minuti dalla fine che ribadisce in rete la respinta del portiere avversario Grilli al rigore assegnato da De Prisco di Nocera Inferiore. Bolgia finale e importante successo che consegna virtualmente la C1 alla Samb.
Vittoria rossoblù di misura (1-0) anche il 1° dicembre 2002 con la rete di Max Fanesi a metà del primo tempo (Matricciani-Colantuono allenatori), mentre il 12 ottobre 2003, con Sauro Trillini in panca, è 3-1 grazie al gol di Napolioni e alla doppietta di Scandurra.

Il 9 gennaio 2005 nei giallorossi gioca Ottavio Palladini (come pure nei due successivi scontri al “Fadini”): la Samb di Davide Ballardini, dopo la rete di Cigarini al quarto d’ora della ripresa, subisce l’uno-due (Del Grosso-Tangorra) in cinque minuti uscendo senza punti (1-2) contro il Giulianova dell’ex rossoblù Augusto Gentilini.

Sconfitta anche il 1° maggio 2006: è il periodo dell’autogestione dopo il fallimento Soldini.
La domenica precedente i ragazzi allenati da Luigi Voltattorni compiono un autentico miracolo battendo 2-1 al “Riviera” la corazzata Genoa, lanciata verso la B, ma contro i giallorossi di Francesco Giorgini, che schiera oltre a Palladini anche l’ex Visi in porta, la Samb esce sconfitta 0-2: a fine anno, comunque, sarà salvezza.

Cinque mesi dopo, il 15 ottobre 2006 il gol di Olivieri e la doppietta di Morante consegnano alla Samb l’ultima vittoria al “Fadini”, 3-0 (in panca c’è Ugolotti).

E’ storia recentissima l’ultimo confronto in casa giallorossa, lo scorso 18 gennaio 2015 in serie D, con il deludente pari dei rossoblù di Silvio Paolucci: il giuliese Censori a metà del primo tempo supera Cafagna su calcio di punizione; solo a dieci minuti dal termine si concretizza il definitivo pari grazie ad un colpo di testa di Pepe che ribadisce a rete un calcio di punizione battuto da Napolano, 1-1.

Il 1° novembre scorso, la gara d’andata al “Riviera” termina 2-0 grazie alle reti di Bonvissuto dopo dieci minuti di gioco su assist di Titone, e di Barone su calcio di rigore assegnato per atterramento di Titone alla mezz'ora di gioco: è il primo incontro in casa di mister Palladini e la Samb, dopo due sconfitte interne consecutive, espugna finalmente il “Riviera delle Palme”.
Luigi Tommolini.

TUTTI I PRECEDENTI IN GARE UFFICIALI IN CASA GIULIESE:

CAMPIONATO
Prima Div.    1937/38 Giulianova-Samb 4-2.
Serie C          1945/46 Giulianova-Samb 1-0.
Serie C          1946/47 Giulianova-Samb 0-0.
**Serie C          1947/48 Giulianova-Samb 2-3, poi annullata per l’esclusione dal campionato e per la radiazione dai ruoli federali del Giulianova, a causa degli incidenti verificatisi a Fermo contro la Fermana il 4 gennaio 1948.
Serie C          1971/72 Giulianova-Samb 0-0.
Serie C          1972/73 Giulianova-Samb 3-0.
Serie C          1973/74 Giulianova-Samb 1-0.
Serie C1        1980/81 Giulianova-Samb 2-1.
Serie C2        1990/91 Giulianova-Samb 0-1.
Serie C1        2002/03 Giulianova-Samb 0-1.
Serie C1        2003/04 Giulianova-Samb 1-3.
Serie C1        2004/05 Giulianova-Samb 2-1.
Serie C1        2005/06 Giulianova-Samb 2-0.
Serie C1        2006/07 Giulianova-Samb 0-3.
Serie D          2014/15 Giulianova-Samb 1-1.

COPPA ITALIA
1973/74 Giulianova-Samb 0-0.
1980/81 Giulianova-Samb 0-1.
2007/08 Giulianova-Samb 0-4.
2008/09 Giulianova-Samb 1-2.

RIEPILOGO SCONTRI DIRETTI IN CAMPIONATO IN CASA GIULIESE
(Non si considera la gara annullata del 1947/48, vinta sul campo dai rossoblù)
GIOCATE: 14.
VITTORIE SAMB : 4.
PARI : 3.
SCONFITTE SAMB: 7.

GOL FATTI SAMB: 13.
GOL SUBITI SAMB: 17.

a cura di Luigi Tommolini

Commenta l'articolo

PER INVIARE UN COMMENTO, REGISTRATI ORA OPPURE LOGGATI AL SITO CON USERNAME E PASSWORD

 

 
 
   
  ANTICA PASTA GLOBO
 
© S.S. Sambenedettese Srl p.iva 02177180441 - viale dello Sport, 62 San Benedetto del Tronto. Tel: +39 0735.782429 / fax: +39 0735.786285
info[@]sambenedettesecalcio.it