Samb - Ancona, curiosità e precedenti PDF
News - Prima Squadra
Sabato 10 Dicembre 2016 11:22
Questo articolo è stato letto: 2856 volte

Samb-Ancona

A cura di Luigi Tommolini

Dopo i tre pareggi di fila ottenuti rispettivamente contro l’AlbinoLeffe e il Modena al “Riviera” e, mercoledì scorso in trasferta a Santarcangelo di Romagna, i ragazzi di Ottavio Palladini affrontano in casa l’Ancona di mister Fabio Brini.
E’ la prima delle 4 gare che mancano alla fine del 2016; dopo il match contro i dorici, la Samb avrà una doppia trasferta, il 18 a Pordenone e il 23 a Padova, per poi chiudere l’anno il 30, in casa contro la Maceratese.
Appuntamento domenica 11 dicembre, ore 14:30 al “Riviera delle Palme”.

GLI AVVERSARI: l’ Unione Sportiva Ancona 1905 è sorta martedì 10 agosto 2010 dalle ceneri dell’Associazione Calcio Ancona, radiata da ogni campionato FIGC, cambiando denominazione all’Unione Sportiva Piano San Lazzaro, militante nel torneo d’Eccellenza Marche.
Nella storia è al 44° torneo di Terzo Livello e ha preso parte anche a 7 tornei di Serie A (2 a girone Unico) e a 25 di serie B (21 a girone Unico).
Ha vinto una “Coppa dell’Italia Centrale” nel 1938/39 conquistata nella finale contro L’Aquila 3-1 al “Dorico” di Ancona e una “Coppa Italia Dilettanti Marche” nel 2010/11 nella finale contro il Tolentino 1-1 (6-5 ai calci di rigore) al “Polisportivo” di Civitanova Marche.

In questa stagione, dopo 17 giornate, occupa la tredicesima posizione insieme al Lumezzane (che però deve recuperare la gara in trasferta contro la Maceratese).
Ha totalizzato complessivamente 17 punti (uno a partita) grazie a 3 vittorie (tutte in casa contro Modena 1-0, Albinoleffe 1-0 e Parma 2-1), 8 pareggi (due in casa contro Mantova 1-1 e Padova 2-2, sei fuori contro Maceratese 0-0, Santarcangelo 0-0, Fano 1-1, Pordenone 0-0, SudTirol 1-1 e Feralpisalò 0-0) e 6 sconfitte (quattro in casa contro Bassano 1-2, Venezia 0-1, Gubbio 0-2 e Lumezzane 0-1, due fuori contro Reggiana 0-4 e Teramo 2-3).

Insieme al Santarcangelo (ultima avversaria dei rossoblù) è la squadra che nel girone ha totalizzato il maggior numero di pareggi, 8.
In trasferta, come il Forlì, non ha mai vinto segnando 4 reti, peggio ha fatto il Lumezzane, 3, con una gara ancora da recuperare e, sempre in trasferta, è quella che ha collezionato più pareggi, 6 su 8.
Ha realizzato in totale 12 reti (5 nel primo, 7 nel secondo tempo) di cui, come scritto sopra, 4 segnate in trasferta (una nel primo tempo, 3 nel secondo).
Ha subìto complessivamente lo stesso numero di reti della Samb, 19 (9 nel primo, 10 nel secondo) di cui 9 in trasferta (5 nel primo, 4 nel secondo).

Le 12 reti realizzate (compresa l’autorete di Nicola Bizzotto del Bassano alla 3a giornata) sono state segnate da 6 giocatori.
A segno in tutti i reparti con un difensore (un gol), un centrocampista (un gol) e 4 attaccanti (9 reti).
Non ha usufruito e né subìto calci di rigore.

Capocannonieri con 3 reti il laterale offensivo Marco Frediani (15 presenze, in prestito dalla Roma) e la punta Falou Samb (15, senegalese, in prestito dal Genoa).
Con 2 reti il laterale offensivo Elio De Silvestro (16, proveniente dal Lanciano).
Un gol per il centrocampista David Bariti (15, dal Rimini), per il laterale di difesa Manuel Daffara (11, dalla Lupa Roma) e per la punta Matteo Momentè (13, dal Mantova).

Della “rosa” dei Dorici fanno parte anche i portieri Tommaso Scuffia (12 presenze, 11 reti subìte, dal Catanzaro) e Andrea Rossini (5 presenze, 8 reti subìte, dalla Reggiana).
I difensori Aurelio Barilaro (11, tornato dal prestito dal Messina), Emanuele Malerba (6, dalla Vigor Lamezia), Petar Kostadinovic (6, croato, da Dro), Luca Ricci (17, capitano, dal Catanzaro), Davide Moi (13,dal Catanzaro) e David Petar Forgacs (13, ungherese, dall’Atalanta).
I centrocampisti Marco Djuric (4 presenze, in prestito dal Cesena), Luca Gelonese (6, al 4° anno con i biancorossi), Lorenzo Bambozzi (7, al 4° anno), Daniel Kofi Agyei (15, ghanese, in prestito dal Benevento), Simone Battaglia (3, in prestito dalla Roma) ed Enrico Zampa (15, dalla Ternana).
Gli attaccanti Davide Montagnoli (3 presenze, cresciuto nel vivaio dorico) e Davide Voltan (11, in prestito da Genoa).

Sono 23 i giocatori fin qui utilizzati (se si considera anche l’attaccante Tiberio Velocci, una presenza, trasferito il 31 agosto scorso): 2 portieri, 7 difensori, 7 centrocampisti e 7 attaccanti.
L’Ancona ha ricevuto 37 Ammonizioni (con 14 giocatori, primatista Falou Samb con 6 “gialli”) e un’Espulsione (diretta, ai danni di Momentè).
Per la gara contro la Samb sono in diffida tre giocatori: il n°7 Frediani, il n°10 Agyei e il n°17 Moi.

L’ALLENATORE: Fabio Brini, nato a Porto Sant’Elpidio il 1° maggio 1957.
Da calciatore è stato portiere e ha indossato le maglie di Civitanovese (1979-1981), Ascoli (1981-1983), Udinese (1983-1988), Vicenza (1988/89), Avellino (1989-1992), Avezzano (1992/93) e Fermana (1993/94).
Come allenatore esordisce nel 1995/96 con la Montegiorgese, nei Dilettanti.
L’anno successivo, per due anni, è vice allenatore nell’Ancona poi a Foggia, come primo allenatore e nell’ordine Ancona, Spezia, Taranto, Ternana, Martina, Salernitana, Pergolettese, Carpi, Benevento, Pavia e dall’8 luglio scorso il ritorno sulla panchina dei biancorossi.

Da giocatore conta in totale 142 presenze e 175 reti subìte in serie A (con Ascoli e Udinese) e 19 presenze e 21 reti subìte in serie B (Udinese e Avellino).
Come allenatore ha collezionato 125 panchine in serie B (40 vittorie, 37 pareggi e 48 sconfitte con Ancona, Ternana e Salernitana).
Ha ottenuto 4 promozioni in serie B (Ancona, 1996/97 e 1999/00; Salernitana, 2007/08; Carpi, 2012/13) e una retrocessione in serie C2 con il Foggia nel 1998/99.
E’ subentrato 11 volte (Ancona, 1996/97; Foggia, 1998/99; Taranto, 2002/03 e 2003/04; Ternana, 2004/05 e 2005/06; Martina, 2006/07; Salernitana, 2007/08 e 2008/09; Carpi, 2012/13; Benevento, 2013/14; Pavia, 2015/16).
E’ stato sostituito 8 volte (Ancona, 2001/02; Taranto, 2003/04 (2 volte); Ternana, 2004/05 e 2005/06; Salernitana, 2009/10; Benevento, 2014/15; Pavia, 2015/16).

In panca, mister Brini ha un precedente da avversario al “Riviera” contro la Samb:
1) 5 ottobre 2003, serie C1, Samb-Taranto 2-1 (reti: 18pt Banchelli (T), 44pt Criniti, 46pt Scandurra; allenatore della Samb, Sauro Trillini).

L’ARBITRO: Giuseppe Strippoli della sezione di Bari è stato designato a dirigere Samb-Ancona.
Suoi assistenti saranno Giuseppe Scarica di Castellammare di Stabia e Luca Bianchini di Cesena.
Nato a Bari il 30 dicembre 1983, è al 4° anno nella “CAN PRO”.

Ha 4 precedenti con la Samb, tutti in serie D, 3 in casa e uno fuori.
Curiosamente, delle tre gare in casa rossoblù, soltanto una è stata giocata al “Riviera” ma senza pubblico, “a porte chiuse”.
Fatto altrettanto curioso è che, a parte il primo precedente nel quale sulla panca sambenedettese sedeva Tiziano Giudici, negli altri tre incontri l’allenatore della Samb era Ottavio Palladini il quale, per squalifica, “ha forzatamente ceduto” la panchina al suo Vice Luigi Voltattorni in tutte e tre le gare, l’ultima delle quali è stata la memorabile vittoria a Recanati 2-1 del 5 maggio 2013.
Il totale è di 3 vittorie della Samb e un pareggio, due rigori a favore dei rossoblù e uno contro, una espulsione per la Samb e una per gli avversari.
1) 26 settembre 2010, Samb-Venafro 2-1 (a Centobuchi, espulso il mister della Samb Tiziano Giudici);
2) 23 ottobre 2011, Samb-Civitanovese 1-1 (a Monte Urano, “porte chiuse”. Un calcio di rigore per la Civitanovese, parato da Di Vincenzo. Un’ espulsione per parte. All.: Ottavio Palladini, in panchina Luigi Voltattorni).
3) 18 novembre 2012, Samb-Civitanovese 4-0 (al “Riviera”, “porte chiuse”. Calcio di rigore per la Samb trasformato da Pazzi. All.: Ottavio Palladini, in panchina Luigi Voltattorni).
4) 5 maggio 2013, Recanatese-Samb 1-2 (Calcio di rigore per la Samb trasformato da Pazzi. All.: Ottavio Palladini, in panchina Luigi Voltattorni).
Precedenti in veste di direttori di gara anche per i due assistenti; addirittura Giuseppe Scarica di Castellammare di Stabia ha arbitrato l’ultimo match contro l’Ancona in casa Samb, giocato in campo neutro a Gualdo Tadino e a porte chiuse.
Precedenti con Giuseppe Scarica arbitro:
1) 7 dicembre 2011, Agnonese-Samb 2-3 (Un’espulsione per l’Agnonese).
2) 4 novembre 2012, Samb-Ancona 2-2 (a Gualdo Tadino, “porte chiuse”. Calcio di rigore per l’Ancona, trasformato da Olcese. Espulso il tecnico rossoblù Ottavio Palladini).
Precedente con Luca Bianchini arbitro:
1) 6 maggio 2012, Samb-Recanatese 3-2 (Calcio di rigore per la Recanatese, trasformato).

Giuseppe Strippoli di Bari in questa stagione in Lega Pro ha già arbitrato 7 gare di campionato: 2 nel girone A, 3 nel girone B e 2 nel girone C.
Il bilancio complessivo è di 3 vittorie per la squadra di casa, 2 pareggi e 2 vittorie per gli ospiti.
In totale ha assegnato 5 calci di rigore (uno a favore dei padroni di casa, 4 per gli ospiti) e ha estratto due volte il cartellino Rosso, entrambe le volte per doppia ammonizione (uno per la squadra di casa, l’altro per la squadra ospite).
Nel dettaglio:
1) 4 settembre 2016, Alessandria-Livorno 3-1 (Rigore Livorno, trasformato; espulsione Livorno);
2) 13 settembre 2016, Teramo-Modena 1-2 (Rigore Modena, trasformato; espulsione Teramo);
3) 2 ottobre 2016, Akragas-Catanzaro 0-0;
4) 15 ottobre 2016, Forlì-Parma 3-5 (Rigore Parma, trasformato)
5) 30 ottobre 2016, Vibonese-Reggina 1-0 (Rigore Vibonese, trasformato);
6) 11 novembre 2016, AlbinoLeffe-Bassano 2-2 (Rigore Bassano, trasformato);
7) 3 dicembre 2016, Cremonese-Prato 5-1.

I PRECEDENTI: sono complessivamente 22 i precedenti tra anconetani e sambenedettesi in casa Samb, considerando 17 gare valevoli per il Campionato, 4 per la Coppa e una per la finale Playoff del girone F di serie D.
Nei 17 incontri di campionato il bilancio totale è di 9 vittorie rossoblù, 6 pareggi e 2 vittorie per i biancorossi, entrambe nelle prime due gare giocate: quella del 7 maggio 1933, ultima giornata del torneo di Prima Divisione (Terzo Livello) con le reti di Baldoni e Silvestrelli per l’allora Anconitana-Bianchi e il momentaneo pari di Ciarapica per la Samb.
L’anno seguente, 1° aprile 1934, i biancorossi vincono 3-0 (doppietta di Baldinotti e rete di Taccini) in quella che è l’ultima vittoria dell’Ancona in campionato in casa Samb.
Le due squadre si ritrovano dopo 15 anni, il 3 aprile 1949, in serie C dove si scontreranno per dieci volte di seguito (fino al 1972/73 compreso) con uno score nettamente dalla parte dei rossoblù che collezionano 7 vittorie e 3 pareggi (tutti 0-0), 14 reti segnate dalla Samb e una soltanto realizzata dall’Anconitana.
Da ricordare la tripletta di Angelo Maruzzella del 3 aprile 1949 (3-0), il gol vittoria siglato ancora da Maruzzella il 23 aprile 1950 e il 3-0 dell’11 maggio 1952 con le firme di Gigi Traini ed Etro Ferretti nel primo tempo e di Dante Larena a dieci minuti dal termine.
L’Anconitana retrocede in IV serie (attuale serie D) mentre, come sappiamo, la Samb raggiungerà nel 1956 la serie B.
Le due marchigiane si ritrovano il 7 maggio 1967, a quattro giornate dal termine ed entrambe a metà classifica: la Samb di Giorgio Valentinuzzi, dopo due pareggi esterni consecutivi (a Rimini e a Sassari entrambi 0-0) supera all’inglese 2-0 l’Anconitana di mister Roldo Collesi grazie alla doppietta nella ripresa del leccese Nando Scarpa.
Nel 1968 s’incontrano due volte: in entrambe le gare (25 febbraio e 8 dicembre) è 0-0 con mister Alberto Eliani sulla panca rossoblù.
Quella del 29 marzo 1970 è risolta al quarto d’ora del primo tempo con la rete del centrocampista rossoblu Andrea Orlandini (in prestito dalla Fiorentina, conta in totale 3 presenze nella Nazionale Maggiore): la Samb di Natale Faccenda mantiene il primo posto.
Infatti, a dieci giornate dal termine del campionato, Samb e Del Duca Ascoli sono entrambe in vetta alla classifica ma, a fine torneo, andrà in serie B la Massese.
Il 9 maggio 1971 l’Anconitana dopo 37 anni torna a segnare a San Benedetto ma perde 3-1.
La Samb di Natale Faccenda è reduce dallo stop casalingo contro la SPAL, 1-2, la domenica precedente e fa suo il derby grazie alle reti di Giovanni Carnevali dopo appena un minuto, di Lucio Mongardi a metà ripresa e di Enzo Montanari a dieci minuti dal termine; il gol del momentaneo pari anconetano è messo a segno a metà del primo tempo da Gastone Marchi.
Il 10 ottobre 1971 è ancora vittoria rossoblù, 1-0; il risultato si sblocca a due minuti dal termine quando il giovanissimo Nicola Ripa (appena ventenne) prende palla a centrocampo, la scambia con Giovanni Carnevali, entra in area e insacca sul secondo palo superando il portiere Ivan Chiarini in uscita: il “Fratelli Ballarin” esplode e Ripa può festeggiare il suo primo gol nei professionisti con la maglia della Samb.
Il 18 febbraio 1973 si gioca l’ultimo scontro al “Ballarin”.
La “SamBergamasco” non riesce a superare la difesa dell’Anconitana di mister Vincenzo Monaldi, ultima in classifica ma reduce da cinque 0-0 di fila: l’estremo difensore biancorosso Chiarini arriva a 548 minuti senza subìre un gol.
A fine torneo i biancorossi retrocederanno in serie D.
Quindici anni dopo, il 18 settembre 1988, le due squadre s’incontrano per l’unica volta in serie B, per la prima gara in casa dei rossoblù in campionato e per il primo scontro giocato al “Riviera delle Palme”.
La Samb di Angelo Domenghini, in quello che sarà l’ultimo torneo in B dei rossoblù, pareggia 1-1 contro l’Ancona di mister Giancarlo Cadè.
I biancorossi, neopromossi, vanno in vantaggio al quarto d’ora con Stefano Brondi; il pareggio della Samb viene siglato da Franco Ermini venti minuti più tardi.
Dopo 18 anni, il 17 dicembre 2006, in serie C1 c’è la più larga vittoria dei rossoblù, 4-0.
In una domenica fredda di fine anno, la Samb di Guido Ugolotti vince e “scalda” il “Riviera” grazie alle doppiette nella ripresa di Morante e Desideri; il 27 aprile 2008, penultima giornata di campionato, lo scontro termina a reti bianche, 0-0, senza nessun tiro in porta.

L’ultima vittoria rossoblù in campionato è datata 22 gennaio 2012, in serie D; la Samb di Ottavio Palladini, all’inseguimento del Teramo, batte di misura 1-0 l’Ancona di mister Osio e inanella la nona vittoria consecutiva (la striscia record si fermerà a 10 successi).
E’ da poco passato il quarto d’ora della ripresa quando Gianluca Carpani riceve palla dalla destra da Gabriele Puglia, stoppa la sfera e di contro balzo, con un potente tiro d’esterno destro dal limite dell’area, “sfonda la rete” in alto, a fil di palo e alla destra dell’estremo difensore dorico David.

L’ultimo precedente in casa Samb si gioca in campo neutro a Gualdo Tadino e a porte chiuse, dopo la squalifica per i fatti accaduti la domenica precedente a Celano.
Finisce in parità 2-2, con la Samb di Ottavio Palladini (espulso a 10 minuti dal termine) due volte in vantaggio, grazie alla doppietta di Giordano Napolano (all’ 11’ e al 37’ del primo tempo) e due volte raggiunta dall’Ancona dell’ex Augusto Gentilini, a segno con Ruffini a metà del primo tempo e con un calcio di rigore trasformato da Olcese al quarto d’ora della ripresa.
Luigi Tommolini.

TUTTI I PRECEDENTI IN GARE UFFICIALI IN CASA SAMB

CAMPIONATO
Prima Divisione (3° Livello) 1932/33 Samb-Anconitana Bianchi 1-2.
Prima Divisione (3° Livello) 1933/34 Samb-Anconitana Bianchi 0-3.
Serie C (3° Livello) 1948/49 Samb-Anconitana 3-0.
Serie C (3° Livello) 1949/50 Samb- Anconitana 1-0.
Serie C (3° Livello) 1951/52 Samb- Anconitana 3-0.
Serie C (3° Livello) 1966/67 Samb- Anconitana 2-0.
Serie C (3° Livello) 1967/68 Samb-Anconitana 0-0.
Serie C (3° Livello) 1968/69 Samb-Anconitana 0-0.
Serie C (3° Livello) 1969/70 Samb- Anconitana 1-0.
Serie C (3° Livello) 1970/71 Samb- Anconitana 3-1.
Serie C (3° Livello) 1971/72 Samb- Anconitana 1-0.
Serie C (3° Livello) 1972/73 Samb-Anconitana 0-0.
Serie B (2° Livello) 1988/89 Samb-Ancona 1-1.
Serie C (3° Livello) 2006/07 Samb-Ancona 4-0.
Serie C (3° Livello) 2007/08 Samb-Ancona 0-0.
Serie D (5° Livello) 2011/12 Samb-Ancona 1-0.
Serie D (5° Livello) 2012/13 Samb-Ancona 2-2.

COPPA ITALIA
1972/73 Primo Turno Coppa Italia Serie C Samb-Anconitana 2-0.
2003/04 Primo Turno Coppa Italia Samb-Ancona 3-0 (a tavolino).
2006/07 Primo Turno Coppa Italia Serie C Samb-Ancona 0-1.
2012/13 Sedicesimi di finale Coppa Italia D Samb-Ancona 3-3 (7-6 ai rigori).

PLAYOFF
2011/12 Finale Playoff serie D gir.F Samb-Ancona 1-0.

RIEPILOGO SCONTRI DIRETTI IN CAMPIONATO IN CASA SAMB
GIOCATE: 17 (1 nel secondo livello, 14 nel terzo e 2 nel quinto).
VITTORIE SAMB: 9.
PARI: 6.
SCONFITTE SAMB: 2.
GOL FATTI SAMB: 23.
GOL SUBITI SAMB: 9.

“ULTIMISSIME” … DELLE DUE SQUADRE

SAMB IN CASA (campionato)
ULTIMA VITTORIA: 13 novembre 2016 Samb-Teramo 2-0
(Non vince in casa da due gara).
ULTIMO PARI: 4 dicembre 2016 Samb-Modena 1-1
(Viene da due pareggi consecutivi in casa).
ULTIMA SCONFITTA: 10 settembre 2016 Samb-Mantova 1-3
(Non perde in casa da 8 gare).
-ULTIMA GARA IN CUI NON HA SEGNATO (IN CASA): 15 gennaio 2014 Samb-Tolentino 0-0
(Negli ultimi 50 incontri casalinghi di campionato ha sempre segnato).

ANCONA IN TRASFERTA (campionato)
ULTIMA VITTORIA: 8 maggio 2016 Siena-Ancona 0-1
(Non vince in trasferta da 8 gare).
ULTIMO PARI: 4 dicembre 2016 FeralpiSalò-Ancona 0-0
(Ultima gara giocata in trasferta).
ULTIMA SCONFITTA: 19 novembre 2016 Teramo-Ancona 3-2
(Non perde in trasferta da 1 gara).

(*) Nella foto: 22 gennaio 2012 – Serie D – Samb-Ancona 1-0.
l’undici iniziale della Samb di Ottavio Palladini che ha conquistato l’ultimo successo in Campionato contro l’Ancona.
Da sinistra: Carpani, Bordi, Marini, Oretti, Pazzi, Mengo, Nicolosi, Napolano, Puglia, Carteri, Di Vincenzo

A cura di
Luigi Tommolini

 

Commenta l'articolo

PER INVIARE UN COMMENTO, REGISTRATI ORA OPPURE LOGGATI AL SITO CON USERNAME E PASSWORD

 

 
 
   
  ANTICA PASTA GLOBO
 
© S.S. Sambenedettese Srl p.iva 02177180441 - viale dello Sport, 62 San Benedetto del Tronto. Tel: +39 0735.782429 / fax: +39 0735.786285
info[@]sambenedettesecalcio.it