SALDI-SAMBSTORE
Alessandro Radi incontra la stampa PDF
(0 voti)
News - Prima Squadra
Giovedì 16 Febbraio 2017 15:30
Questo articolo è stato letto: 629 volte

alessandro-radi copy copy

il difensore della Sambenedettese calcio incontra la stampa

 A parlare ai microfoni della stampa locale, questa volta è il difensore Alessandro Radi che analizza gli aspetti della sconfitta contro il Forlì: "Ci sono grande rammarico e molta delusione per il risultato della gara precedente. In questi giorni abbiamo lavorato molto intensamente proprio per riscattarci il prima possibile e domenica sarà la giusta occasione". Radi ricorda l'episodio dell'andata proprio con i ducali che gli costò un'espulsione ed un rigore per il Parma: "Quello è stato un episodio che ormai non vale più nemmeno la pena commentare. Ho girato pagina e, indipendetemnte da quello, Parma è una grande occasione per poter portare a casa un grande risultato contro una squadra molto organizzata, tra le più forti di tutto il campionato. Però da parte nostra c'è grande determinazione, grande voglia di portare a casa i tre punti, non il pareggio, quindi cercheremo in tutti i modi di farci valere, di cercare di mettere in campo quel qualcosa in più che in queste partite serve per portare a casa bottino pieno. Contro certe compagini non basta svolgere il semplice compitino ma bisogna tirar fuori quel qualcosa in più che sta nascendo durante questi giorni della settimana e che sicuramente ci sarà fino al giorno della partita". La sconfitta di domenica può aumentare la voglia di far ulteriormente bene contro gialloblù? "Nessuno di noi pensa di andare a Parma con il timore di giocare, perchè se entri in campo con la paura contro queste squadre è un dato di fatto negativo. A maggior ragione per i tre punti non raccolti domenica abbiamo grande voglia di raccogliere la palla. Il Parma, insieme al Venezia sono società che lotteranno per i primi posti ma a noi non deve interessare. Noi dobbiamo tirare dritto per il nostro cammino e cercare di raccogliere il maggior numero di risultati positivi da qui alla fine del campionato. Indubbiamente scenari e palcoscenici come Parma e Venezia, quando ci giochi contro, sono da stimolo per tutti i giocatori, sia per quelli che scendono in campo che per quelli che fanno parte della panchina e di tutta la rosa. Servirà una partita maschia - prosegue il difensore rossoblù - , dove bisognerà tirare fuori quel qualcosa in più. Dal punto di vista difensivo è una delle squadre più forti di tutto il campionato a livello di individualità: parliamo di Jacoponi, Lucarelli, Di Cesare, Scaglia. Dovremo avere un approccio di squadra, non dovremo cercare di risolvere individualmente, ma dvremo cercare di portare a casa una vittoria di gruppo. Questa è la forza della Samb che, quando l'ha messa in campo, ha sempre portato a casa ottime prestazioni. E' una partita che va affrontata con il pensiero di fare una partita perfetta, cercando di sbagliare il meno possibile, soprattutto lontano dall'area di rigore nostra, per cercare di recuperare. Sappiamo che ci sono giocatori che, se gli lasci mezzo centimetro, sono pronti a punirti come si è visto in queste ultime giornate con Calaiò che ha salvato parecchi risultati. Sono calciatori di esperienza, di grande velocità, che si sanno muovere, quindi giocheranno molto anche su questo aspetto". Un dato alquanto sconcertante sono stati i rigori concessi agli avversari della Samb: ben 5 nelle ultime 5 trasferte: "Al fattore arbitrale non pensiamo perchè se dovessimo pensarci saremmo solo qui a recriminare giorno dopo giorno quello che ci è stato tolto. Si guarda avanti, bisogna cercare di non crearsi alibi e essere più forti di tutti questi episodi che purtroppo ci hanno 'penalizzato' ".

Ufficio Stampa
S.S. Sambenedettese

Commenta l'articolo

PER INVIARE UN COMMENTO, REGISTRATI ORA OPPURE LOGGATI AL SITO CON USERNAME E PASSWORD

 

 
 
© S.S. Sambenedettese Srl p.iva 02177180441 - viale dello Sport, 62 San Benedetto del Tronto. Tel: +39 0735.782429 / fax: +39 0735.786285
info[@]sambenedettesecalcio.it