SAMBSTORE PRODOTTI UFFICIALI S.S. SAMBENEDETTESE
Samb - Bassano, curiosità e precedenti PDF
(0 voti)
News - Societa'
Sabato 11 Marzo 2017 11:25
Questo articolo è stato letto: 2159 volte

samb-Ravenna

A cura di Luigi Tommolini

Decima giornata del girone di ritorno nel raggruppamento B di Lega Pro.
La Samb di mister Stefano Sanderra, dopo la vittoria corsara di domenica scorsa a Bolzano ma reduce da due sconfitte consecutive in casa, ospita il Bassano di mister Valerio Bertotto che viene da 4 sconfitte consecutive (2 in casa e 2 in trasferta).
Appuntamento domenica 12 marzo ore 14:30 allo stadio “Riviera delle Palme”.

GLI AVVERSARI: il club veneto, nato nel 1920 semplicemente come Associazione Calcio BASSANO, nel 1968 dopo la fusione con la Virtus diventa BASSANO VIRTUS, poi dal 1996 con l’inizio della presidenza del “genio del jeans” Renzo Rosso, fondatore e azionista di “Diesel”, azienda di abbigliamento di rilevanza mondiale, assume il nome attuale BASSANO VIRTUS 55 SOCCER TEAM, dove il 55 si riferisce all’anno di nascita dell’imprenditore, suo proprietario.

Il Bassano è al 13° torneo di terzo livello e dopo 28 gare (15 in casa, 13 in trasferta) è nono in graduatoria, un punto sotto la Samb.
Ha totalizzato 40 punti (27 in casa, 13 in trasferta) grazie a 10 vittorie (otto in casa contro Reggiana 2-1, Santarcangelo 4-0, Pordenone 2-0, Samb 4-3, Padova 2-1, Teramo 2-1, Ancona 1-0 e Lumezzane 2-0; due in trasferta contro Ancona 2-1 e Mantova 4-1), 10 pareggi (tre in casa contro SudTirol 1-1, Forlì 2-2 e Fano 1-1; sette fuori contro Teramo 1-1, Modena 0-0, Venezia 1-1, Albinoleffe 2-2, Parma 1-1, Reggiana 1-1 e SudTirol 1-1) e 8 sconfitte (quattro in casa contro Maceratese 0-2, FeralpiSalò 1-2, Modena 0-2 e Mantova 1-2; quattro in trasferta contro Lumezzane 1-2, Gubbio 0-4, Santarcangelo 0-3 e Pordenone 0-6).

Ha realizzato complessivamente 39 reti (25 in casa e 14 fuori; 13 nel primo tempo e il doppio, 26, nella ripresa) e ne ha subìte 42 (18 in casa e 24 fuori; 20 nel primo tempo e 22 nella ripresa).
Come scritto nella presentazione, viene da 4 sconfitte consecutive (due in casa e due in trasferta: in queste ultime due sconfitte fuori casa ha un parziale di 0 gol fatti e 9 subìti).

Con 42 reti subìte è la difesa più perforata del girone dopo quella del Forlì (43 reti al passivo).

IL BASSANO IN TRASFERTA: è la squadra che ha pareggiato di più (7 gare); è la difesa più perforata (24 reti subìte); soltanto Ancona (1) e Santarcangelo (1) hanno vinto meno ma solo Parma (1) e Venezia (2) hanno perso meno.
Sempre Fuori Casa è la squadra che nel primo tempo ha subìto più gol (12) e segnato meno (3) dopo la Maceratese che nei primi 45 minuti in Trasferta ha realizzato soltanto 2 reti.

Ha usufruito di 7 calci di rigore di cui uno sbagliato.
Ha subìto 6 rigori di cui la metà neutralizzati.

Le 39 reti realizzate sono state messe a segno da 12 giocatori: 4 difensori (5 reti), 5 centrocampisti (19 reti) e 3 attaccanti (15 reti).
Capocannoniere con 10 gol il trequartista Mattia Minesso (27 presenze, 6 rigori realizzati, uno fallito).
Sette reti per la punta Francesco Grandolfo (24 presenze).
Con 4 reti Gianluca Laurenti (21 presenze) e le punte Tommy Maistrello (26 presenze) e Michael Fabbro (26 presenze).
Due reti per il difensore centrale Nicola Pasini (23 presenze) e per i centrocampisti Nicolò Bianchi (17 presenze) e Roberto Candido (13 presenze).
Un gol realizzato dai difensori laterali Filippo Stevanin (3 presenze) e Carlo Crialese (25 presenze), dal difensore centrale Alberto Barison (11 presenze; dall’11 gennaio in prestito all’Arezzo) e da Marcello Falzerano (19 presenze; dal 31 gennaio al Venezia).

Completano la “rosa” i portieri Elia Bastianoni (20 presenze, 33 reti subìte di cui 3 su rigore; 3 rigori neutralizzati) e Gian Maria Rossi (8 presenze, 8 reti subìte).

I difensori Giovanni Formiconi (23 presenze, una rete subìta a Santarcangelo, 0-3, difendendo la porta veneta dopo l’espulsione del portiere Gian Maria Rossi e con tutti e tre le sostituzioni effettuate), Andrea Trainotti (5 presenze; arrivato il 9 gennaio scorso svincolato dal Mantova il 1° luglio 2016), Nicola Bizzotto (23 presenze), Marco Soprano (4 presenze) e Tommaso Bortot (5 presenze).
I centrocampisti Fabio Gerli (5 presenze; dal 31 gennaio in prestito dalla Virtus Entella), Mattia Proietti (18 presenze), Alessandro Bernardi (una presenza; dal 9 febbraio, svincolato dal Catanzaro dal 1° luglio 2016), Alberto Tronco (una presenza), Alessio Ruci (2 presenze, albanese; dal 31 gennaio in prestito dalla Cremonese) e Urban Zibert (4 presenze, sloveno; dal 18 gennaio in prestito dalla Juve Stabia).
L’attaccante classe 1998 Thomas Alberti (una presenza).

Arrivati nel mercato invernale: i sopra citati Andrea Trainotti, Fabio Gerli, Alessandro Bernardi, Alessio Ruci e Urban Zibert.

Giocatori ceduti nel mercato invernale e con almeno una presenza in campionato: oltre ad Alberto Barison e Marcello Falzerano sono partiti il difensore Nicola Lancini (5 presenze; dal 31 gennaio per fine prestito al Brescia), i centrocampisti Janis Cavagna (7 presenze; dal 22 gennaio per fine prestito all’Atalanta poi dal 23 gennaio in prestito al Monopoli) e Giacomo Cenetti (7 presenze; dal 9 gennaio all’Arezzo), l’attaccante Julien Rantier (16 presenze, francese; dal 24 gennaio al SudTirol).

Sono 30 i giocatori impiegati: 2 portieri, 10 difensori, 13 centrocampisti e 5 attaccanti.
Il Bassano ha ricevuto in totale 52 ammonizioni (con 17 giocatori, primatista con 8 “gialli” Nicola Bizzotto).
Insieme a Modena e Venezia è la squadra che detiene il maggior numero di espulsioni, 7: tre per doppia ammonizione (Nicola Bizzotto, Urban Zibert e Marcello Falzerano), quattro per espulsione diretta (Gian Maria Rossi, Nicola Bizzotto, Nicolò Bianchi e Urban Zibert).
Nella compagine veneta è in diffida il n° 18 Michael Fabbro.

L’ALLENATORE: Valerio Bertotto è nato a Torino il 15 gennaio 1973.
Ex calciatore (difensore) è cresciuto nell’Alessandria.
Con i piemontesi fa il debutto nei professionisti nel torneo di C2 (quarto livello) 1990/91, anno della promozione in serie C1.
Due anni in terza serie con l’Alessandria (25 presenze, tutte totalizzate nel torneo 1992/93) poi nell’estate 1993 viene acquistato dall’Udinese.
Con i friulani Bertotto gioca 13 stagioni, tutte in serie A, a parte quella del 1994/95 nel torneo di B.
L’esordio nella massima serie è datato 5 settembre 1993, seconda giornata di campionato, nella vittoria corsara dell’Udinese al Sant’Elia di Cagliari 2-1; i friulani guidati in panchina dall’ex Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Azeglio Vicini vanno in doppio vantaggio grazie alle reti di Marco Branca su calcio di rigore a fine primo tempo e di Francesco Statuto alla mezzora della ripresa.
Ad accorciare le distanze per gli isolani di mister Bruno Giorgi ci pensa, sette minuti più tardi, l’attuale trainer della Juventus Massimiliano Allegri, subentrato un quarto d’ora prima al futuro attaccante della Samb Totò Criniti.
La lunghissima appartenenza alla squadra friulana si conclude il 1° luglio 2006 quando si trasferisce a Siena, sempre in serie A.
Con i bianconeri toscani gioca due stagioni nella massima serie per poi svincolarsi alla fine del torneo 2007/08.
Dal 31 gennaio 2009 indossa la casacca del Venezia in Lega Pro Prima Divisione (terzo livello).
Terminata la stagione con i lagunari appende le “scarpette al chiodo”.

Come allenatore, acquisito nel luglio 2012 a Coverciano il titolo di allenatore di Prima Categoria UEFA Pro, ricopre il ruolo di selezionatore della Rappresentativa Nazionale di Lega Pro dal 9 agosto 2012 al 20 maggio 2015.
Il 12 aprile 2016 è in Lega Pro alla Pistoiese dove sostituisce Massimiliano Alvini e porta i toscani alla salvezza grazie a tre vittorie nelle ultime quattro gare di campionato.
Nel mese di giugno viene chiamato dal Messina ma la sua esperienza termina ancor prima dell’inizio del torneo, il 22 agosto, per contrasti con la società peloritana riguardo le scelte in sede di calciomercato.
E’ di una decina di giorni fa (1° marzo) l’arrivo nel club veneto a sostituire l’esonerato coach pescarese Luca D’Angelo.

Da giocatore Bertotto conta in serie A 366 presenze (Udinese 323, Siena 43) e 5 reti (Udinese 3, Siena 2);
in serie B sono 13 le presenze totali, quelle con l’Udinese nel torneo 1994/95.
Ha indossato anche 4 volte la maglia della nazionale italiana:
1) Ancona, 11 ottobre 2000, Italia-Giorgia 2-0 (Qualificazioni Mondiali 2002).
2) Torino, 15 novembre 2000, Italia-Inghilterra 1-0 (Amichevole).
3) Roma, 28 febbraio 2001, Italia-Argentina 1-2 (Amichevole).
4) Piacenza, 5 settembre 2001, Italia-Marocco 1-0 (Amichevole).

Da giocatore ha due precedenti contro la Samb, nella prima e nell’ultima parte della sua lunga carriera; Nessuno dei due precedenti sono stati giocati al “Riviera delle Palme”:
1) 13 settembre 1992, serie C1, Alessandria-SAMB 1-1 (reti: 28pt Tonini (A), 18st Marco Romiti. Allenatore Samb, Claudio Tobia; Allenatore Alessandria, Giuseppe “Tato” Sabadini).
2) 26 aprile 2009, Lega Pro Prima Divisione, Venezia-SAMB 0-0 (Allenatore Samb, Giorgio Rumignani; Allenatore Venezia, Michele Serena).

L’ARBITRO: a dirigere Samb-Bassano è stato chiamato il Signor Alessandro Prontera della sezione di Bologna.
Suoi assistenti saranno il Signor Alessandro Salvatori di Rimini e il Signor Rodolfo Zambelli di Finale Emilia.
Nato a Tricase in provincia di Lecce il 15 settembre 1986 il direttore di gara è al 4° anno nella “CAN PRO”.
Ha 4 precedenti con i rossoblù, di cui uno in questo torneo:
1) 18 ottobre 2009, Eccellenza, Osimana-SAMB 0-2 (Reti: 4pt Mengo, 10pt Menichini. All. Samb: Ottavio Palladini)
2) 27 novembre 2011, Serie D, San Nicolò-SAMB 1-2 (Reti: 15pt Giordano Napolano, 7st Scipioni, 30st rigore Giordano Napolano. All. Samb: Ottavio Palladini)
3) 28 aprile 2013, Serie D, SAMB-Isernia 3-2 (Reti: 24pt Capuozzo (I), 35pt Valerio Quondamatteo, 2st Mattia Santoni, 3st Guglielmi (I), 27st Alex Marini. All. Samb: Ottavio Palladini).
4) 3 settembre 2016, Lega Pro, Maceratese-SAMB 1-2 (Reti: 29pt Tortolano, 32pt rigore Quadri (M), 3st rigore Fioretti. Al 43st espulso Lulli della Samb per doppia ammonizione. All. Samb: Ottavio Palladini)

Un precedente per l’”Assistente 1” Alessandro Salvatori della sezione di Rimini, come “Assistente 1” alla 6a giornata di andata del torneo di serie D 2014/15:
1) 12 ottobre 2014, SAMB-Termoli 2-0 (Reti: 20pt Napolano, 20st Carteri. Arbitro Riccardo Turchet di Pordenone. Al 27st espulsione diretta per Dispoto del Termoli. All. Samb: Andrea Mosconi).

Un precedente per l’”Assistente 2” Rodolfo Zambelli della sezione di Finale Emilia, come “Assistente 1” alla 16a giornata di ritorno del torneo di serie D 2014/15:
1) 3 maggio 2015, Recanatese-SAMB 2-2 (Reti: 20pt e 31pt Padovani(S), 9st rigore Galli, 25st Marolda. Arbitro Alessandro Meleleo di Casarano. All. Samb: Silvio Paolucci).

Il Signor Alessandro Prontera della sezione di Bologna in questa stagione in Lega Pro ha già arbitrato 13 gare di campionato (tra cui una del Bassano):
4 nel girone A, 4 nel girone B e 5 nel girone C.
Il bilancio complessivo è di 6 vittorie per la squadra di casa, 2 pareggi (entrambi con il risultato di 1-1) e 5 vittorie per gli ospiti.

Ha assegnato 8 calci di rigore: 6 a favore della squadra di casa (3 trasformati) e 2 per gli ospiti (entrambi trasformati).
Ha decretato 6 espulsioni: 3 nei confronti dei locali (una diretta e due per doppia ammonizione) e 3 nei confronti degli ospiti (due dirette e una per doppia ammonizione).

Nel dettaglio:
1) 3 settembre 2016, Maceratese-SAMB 1-2 (due rigori, uno per ciascuna squadra, entrambi trasformati; espulsione Samb doppia ammonizione);
2) 13 settembre 2016, Bassano-SudTirol 1-1 (rigore Bassano, sbagliato);
3) 25 settembre 2016, Foggia-Taranto 2-0;
4) 9 ottobre 2016, Livorno-Renate 1-0 (rigore Livorno, trasformato; espulsione Livorno per doppia ammonizione);
5) 23 ottobre 2016, Olbia-Alessandria 1-4;
6) 6 novembre 2016, Catanzaro-Juve Stabia 0-2;
7) 20 novembre 2016, Fidelis Andria-Matera 1-0 (espulsione Matera, diretta);
8) 4 dicembre 2016, Padova-Pordenone 3-4 (rigore Pordenone, trasformato);
9) 10 dicembre 2016, Melfi-Foggia 1-3 (rigore Melfi, sbagliato; espulsione Melfi per doppia ammonizione);
10) 23 dicembre 2016, Cremonese-Viterbese 3-1 (rigore Cremonese, sbagliato);
11) 22 gennaio 2017, Alessandria-Lucchese 2-1 (rigore Alessandria, trasformato);
12) 11 febbraio 2017, Juve Stabia-Fondi 1-1;
13) 22 febbraio 2017, Teramo-Pordenone 2-0 (2 espulsioni, una per parte, entrambe dirette).

PRECEDENTI: nessun precedente tra le due squadre in casa Samb.
All’andata allo Stadio “Rino Mercante” di Bassano del Grappa i rossoblù escono sconfitti dopo una gara ricca di emozioni e incerta nel risultato fino all’ultimo secondo.
E’ il 22 ottobre scorso e i veneti di mister Luca D’Angelo iniziano a spron battuto, tanto da passare in vantaggio a metà primo tempo grazie ad un calcio di rigore trasformato da Mattia Minesso.
Dopo un palo colpito da Falzerano i giallorossi raddoppiano al 38’ con Fabbro.
Quattro minuti dopo bomber Mancuso accorcia le distanze ma due minuti più tardi l’arbitro Piscopo di Imperia fischia il secondo rigore per i locali ed espelle (doppia ammonizione) il difensore rossoblù Di Filippo reo di aver commesso il fallo in area su Minesso.
Lo stesso attaccante veneto insacca alle spalle di Pegorin, 3-1 Bassano.
La ripresa si apre nel peggiore dei modi quando dopo appena 4 minuti di gioco Grandolfo di tacco perfora per la quarta volta la difesa della Samb.
In 10 contro 11 e sotto di tre reti i ragazzi di mister Ottavio Palladini reagiscono: vanno in gol al 10’ su rigore trasformato da Mancuso, colpiscono un palo con Lulli alla mezzora e, con Di Massimo, realizzano un altro calcio di rigore a cinque minuti dal termine: Bassano 4, Samb 3.
L’arrembaggio finale non porta all’agognato gol del pareggio: i rossoblù perdono l’imbattibilità in trasferta (in campionato) dopo oltre un anno e otto mesi, 27 gare senza mai perdere.

“ULTIMISSIME” … DELLE DUE SQUADRE

SAMB IN CASA (campionato)
ULTIMA VITTORIA: 29 gennaio 2017 Samb-Gubbio 2-0
(Non vince in Casa da 2 gare).
ULTIMO PARI: 4 dicembre 2016 Samb-Modena 1-1
(Non pareggia in Casa da 5 gare).
ULTIMA SCONFITTA: 26 febbraio 2017 Samb-Venezia 1-3.
(Viene da 2 sconfitte consecutive in Casa).

BASSANO IN TRASFERTA (campionato)
ULTIMA VITTORIA: 15 ottobre 2016 Mantova-Bassano 1-4.
(Non vince in Trasferta da 8 gare).
ULTIMO PARI: 29 gennaio 2017 Südtirol -Bassano 1-1.
(Non pareggia in Trasferta da 2 gare).
ULTIMA SCONFITTA: 27 febbraio 2017 Pordenone-Bassano 6-0.
(Viene da 2 sconfitte consecutive in Trasferta).

ACCADDE il 12 MARZO di 50 anni fa…
Anno 1967.
Stadio “Fratelli Ballarin”.
Serie C girone B, 1966/67 (Terzo livello).
7a giornata di ritorno.
SAMB-RAVENNA 3-2.
Reti: 26pt Giorgio Olivieri, 43pt e 10st (*) Achille Passoni, 23st rigore e 42st rigore Gianfranco Gagliardi.
Allenatore Samb: Giorgio Valentinuzzi.
Arbitro: Gastaldi di Genova.

(*) NELLA FOTO: la terza rete del rossoblù Achille Passoni segnata esattamente 50 anni fa (12 marzo 1967) al “Fratelli Ballarin” nella vittoria, 3-2, contro il Ravenna.
Nato a Aicurzio (MB) il 27 marzo 1944, Achille Passoni arriva a San Benedetto del Tronto nel torneo 1965/66, in serie C.
Indossa la maglia rossoblù per 4 stagioni di seguito, tutte in serie C e per i primi due anni è capocannoniere della squadra.
Con la Samb totalizza 88 presenze e 15 reti.
Conta anche 3 presenze in serie A con il Messina nel 1964/65: Messina-Juventus 1-1, Messina-Genoa 1-0 e Bologna-Messina 3-0.

A cura di Luigi Tommolini

Commenta l'articolo

PER INVIARE UN COMMENTO, REGISTRATI ORA OPPURE LOGGATI AL SITO CON USERNAME E PASSWORD

 

 
 
  ANTICA PASTA
   
© S.S. Sambenedettese Srl p.iva 02177180441 - viale dello Sport, 62 San Benedetto del Tronto. Tel: +39 0735.782429 / fax: +39 0735.786285
info[@]sambenedettesecalcio.it