Ancona - Samb, curiosità e precedenti PDF
News - Prima Squadra
Sabato 29 Aprile 2017 10:39
Questo articolo è stato letto: 2033 volte

 Ancona-Samb 0-1

 A cura di Luigi Tommolini

Penultima giornata e ultima trasferta della “regular season” per la Samb di Stefano Sanderra.
Avversario di turno è l’Ancona dell’ex rossoblù Tiziano De Patre.
Appuntamento domenica 30 aprile, ore 17:30 allo Stadio “del Conero” di Ancona.

GLI AVVERSARI: l’ Unione Sportiva Ancona 1905 è sorta martedì 10 agosto 2010 dalle ceneri dell’Associazione Calcio Ancona, radiata da ogni campionato FIGC, cambiando denominazione all’Unione Sportiva Piano San Lazzaro, militante nel torneo d’Eccellenza Marche.
Nella storia è al 44° torneo di Terzo Livello e ha preso parte anche a 7 tornei di Serie A (2 a girone Unico) e a 25 di serie B (21 a girone Unico).
Ha vinto una “Coppa dell’Italia Centrale” nel 1938/39 conquistata nella finale contro L’Aquila 3-1 al “Dorico” di Ancona e una “Coppa Italia Dilettanti Marche” nel 2010/11 nella finale contro il Tolentino 1-1 (6-5 ai calci di rigore) al “Polisportivo” di Civitanova Marche.

Il club “dorico” dopo 36 gare (18 in casa, 18 in trasferta) occupa la ventesima e ultima posizione in classifica, cinque punti sotto la “griglia” dei PlayOut.
Sul campo ha totalizzato 29 punti (16 in casa, 13 fuori) ma il 26 aprile scorso è stato penalizzato di un punto (oltre all’ammenda di € 10000) da parte del Tribunale Federale Nazionale della FIGC (Comunicato Ufficiale n° 78/TFN-Sezione Disciplinare del 26 aprile 2017).

Complessivamente ha vinto 6 gare (quattro in casa contro Modena 1-0, AlbinoLeffe 1-0, Parma 2-1 e Reggiana 1-0; due in trasferta contro SAMB 1-0 e Parma 2-0), ne ha pareggiate 11 (quattro in casa contro Mantova 1-1, Padova 2-2, Santarcangelo 0-0 e FeralpiSalò 1-1; sette in trasferta contro Maceratese 0-0, Santarcangelo 0-0, Fano 1-1, Pordenone 0-0, SudTirol 1-1, FeralpiSalò 0-0 e Padova 2-2) e ne ha perse 19 (dieci in casa contro Bassano 1-2, Venezia 0-1, Gubbio 0-2, Lumezzane 0-1, Forlì 0-1, Maceratese 0-1, Fano 0-2, Pordenone 0-2, SudTirol 0-1 e Teramo 0-1; nove in trasferta contro Reggiana 0-4, Teramo 2-3, Mantova 2-3, Bassano 0-1, Venezia 1-2, Modena 1-2, AlbinoLeffe 0-2, Gubbio 2-3 e Lumezzane 1-2).

Ha realizzato complessivamente 26 reti (10 in casa e 16 fuori; 12 nel primo tempo e 14 nella ripresa).
Ha subìto in totale 45 reti (19 in casa e 26 fuori; 22 nel primo e 23 nel secondo tempo).
Non perde da 3 giornate: una vittoria in trasferta e 2 pareggi (uno in casa, l’altro in trasferta); 5 gol fatti e tre subìti.
IN CASA NON HA REALIZZATO UN GOL nei quindici minuti che vanno dal 16° al 30° minuto del primo tempo.
L’Ancona è la squadra che ha raccolto meno punti complessivi (29 sul campo), meno punti in casa (16), meno punti in trasferta (13), meno vittorie complessive (6), meno vittorie in casa (4, insieme a Fano, Lumezzane e Mantova), meno vittorie in trasferta (2, insieme a Forlì e Santarcangelo), più sconfitte complessive (19), più sconfitte in casa (10), meno gol fatti in casa (10), meno gol fatti in casa nel secondo tempo (5, insieme alla Maceratese).

Ha usufruito di 3 CALCI DI RIGORE, uno realizzato e due falliti (uno parato e l’altro alto).
Ha subìto 5 calci di rigore di cui 1 fallito (alto).

Le reti realizzate sono state messe a segno da 10 giocatori: 2 difensori (2 reti), 2 centrocampisti (2 reti) e 6 attaccanti (21 reti).
I biancorossi hanno beneficiato di un’autorete, quella di Nicola Bizzotto del Bassano la 3a giornata del girone d’andata.

Capocannoniere con 8 reti gol il laterale d’attacco Marco Frediani (34 presenze, un rigore fallito, parato).
Con 4 gol la punta ex Samb Matteo Momentè (25 presenze, un rigore realizzato; in rossoblù 7 presenze, luglio-dicembre 2006, C1).
Tre reti per l’attaccante senegalese Falou Samb (21 presenze).
Con due reti abbiamo l’attaccante laterale Elio De Silvestro (19 presenze; dal 26 gennaio scorso al Siracusa) e le punte Michele Paolucci (12 presenze; arrivato dal Catania il 19 gennaio) e Stefano Del Sante (11 presenze; arrivato dalla Juve Stabia il 25 gennaio).
Un gol all’attivo per il difensore centrale Luca Ricci (35 presenze), il difensore laterale Manuel Daffara (27 presenze), il mediano ghanese Daniel Kofi Agyei (31 presenze) e David Bariti (30 presenze).

Completano la “rosa” i portieri Tommaso Scuffia (23 presenze, 25 reti subìte di cui 3 su rigore. Un rigore neutralizzato) e Francesco Anacoura (8 presenze, 12 reti subìte di cui una su calcio di rigore; arrivato il 19 gennaio in prestito dalla Juventus dopo essere stato fino al 18 gennaio alla Casertana).

I difensori David Petar Forgacs (23 presenze, ungherese), Aurelio Barilaro (21 presenze), Petar Kostadinovic (15 presenze, croato), Luca Cacioli (11 presenze; arrivato il 1° febbraio, svincolato dal Matelica il 15 dicembre 2016), Giuseppe Nicolao (4 presenze; arrivato il 31 gennaio in prestito dal Napoli dopo essere stato fino al 30 gennaio al Melfi) e Alessandro Di Dio (2 presenze; arrivato il 26 gennaio dal Siracusa).

I centrocampisti Enrico Zampa (33 presenze), Luca Gelonese (20 presenze), Lorenzo Bambozzi (14 presenze), Marco Djuric (7 presenze) e l’ex Samb Leandro Vitiello (7 presenze; arrivato il 14 gennaio svincolato dal Benevento il 1° luglio 2016; in rossoblù 8 presenze, gennaio-giugno 2008, C1).

Gli attaccanti Davide Voltan (20 presenze; un calcio di rigore fallito, alto) e Andrea Mancini (3 presenze; arrivato il 31 gennaio in prestito da Pescara dopo essere stato fino al 30 gennaio al Santarcangelo).

GIOCATORI CEDUTI e con almeno una presenza in campionato: il portiere Andrea Rossini (5 presenze, 8 reti subìte; dal 31 gennaio in prestito al Santarcangelo), i difensori Davide Moi (17 presenze; dal 31 gennaio alla Vibonese) e Emanuele Malerba (7 presenze; dal 26 gennaio al Siracusa), il centrocampista Simone Battaglia (3 presenze; dal 31 gennaio al Melfi) e gli attaccanti Davide Montagnoli (3 presenze; dal 3 gennaio in prestito al Castelfidardo) e Tiberio Velocci (una presenza; dal 31 agosto 2016 svincolato, poi dal 25 febbraio 2017 all’Anzio).

Sono 31 i giocatori impiegati: 3 portieri, 10 difensori, 8 centrocampisti e 10 attaccanti.
L’Ancona ha ricevuto in totale 70 AMMONIZIONI (con 22 giocatori, primatista con 7 “gialli” Enrico Zampa) e 4 ESPULSIONI: una “diretta” (Matteo Momentè) e 3 per doppia ammonizione (Daniel Kofi Agyei, Luca Ricci e Leandro Vitiello).
Per la gara contro la Samb non gioca per squalifica Luca Gelonese.
Quattro giocatori sono in diffida: il n° 7 Marco Frediani, il n° 13 Luca Ricci, il n° 14 Luca Cacioli e il n° 23 Matteo Momentè.

L’ALLENATORE: Tiziano De Patre, nato a Notaresco (Provincia di Teramo) il 18 dicembre 1968.
Da calciatore ha ricoperto il ruolo di centrocampista ed è cresciuto nelle vivaio del Giulianova.
Qui fa il suo esordio in prima squadra nel torneo di serie C2 1984/85 e con la casacca giallorossa abruzzese gioca per tre stagioni.
Nel 1987/88 fa il suo esordio in serie B con il Messina e nel 1988/89, con l’Atalanta, gioca la sua prima gara in serie A segnando al suo esordio: è l’ultimo giorno del 1988 e, a Bergamo, Atalanta e Como pareggiano 1-1.
Dopo 18 minuti di gioco è proprio De Patre a portare in vantaggio i nerazzurri di mister Mondonico, raggiunti dal Como di Rino Marchesi ad un quarto d’ora dalla fine grazie al gol del futuro milanista Marco Simone.
L’anno successivo De Patre va al Monza in B per poi ritornare alla “Dea” nerazzurra in A per due anni.
Nel novembre 1991 è al Venezia, in B, dove resta fino al novembre 1992 quando arriva a San Benedetto del Tronto.
Con la casacca della Samb gioca fino all’estate 1994 (fallimento Venturato): disputa complessivamente 49 incontri e realizza 7 reti.
Nel 1994/95 è al Pescara in B e poi due stagioni al Lecce, ottenendo la promozione in cadetteria.
Nell’estate 1997 sbarca a Cagliari dove vi resta quattro stagioni, 2 in B e 2 in A (una promozione in Massima Serie), fino all’ottobre 2000 quando ritorna al Pescara, in serie B.
Con gli abruzzesi retrocede in C1 ma nel gennaio del 2001 torna in serie B, chiamato dall’Ancona.
Con il club dorico resta fino all’estate 2003 per ritornare da dove aveva iniziato, al Giulianova in C1.

Qui appende le scarpette al chiodo al termine della stagione 2003/04 e qui inizia la sua carriera di allenatore cominciando dalle squadre giovanili giuliesi (Allievi).
Dal 2007 al 2011 è al Parma, prima negli Allievi Regionali poi nella squadra Primavera.
Nell’estate 2011 torna a Giulianova per guidare la Prima Squadra nel torneo di Seconda Divisione ma, a poche giornate dalla fine, viene esonerato.
Nel gennaio 2014 sostituisce Giuseppe Di Meo sulla panca del Chieti ma qui, dopo risultati negativi, viene esonerato il 31 marzo 2014.
Il 16 luglio 2015 viene chiamato dalla Samb del presidente Moneti ma con i rossoblù resta fino al 9 agosto successivo, data in cui la società passa nelle mani di Franco Fedeli che sostituisce il tecnico di Notaresco con Loris Beoni.
Il 17 marzo scorso è all’Ancona al posto del dimissionario Giovanni Pagliari.
Sulla panchina dorica, in 7 gare ha raccolto 5 punti nelle ultime tre gare (una vittoria e due pareggi) dopo un inizio caratterizzato da 4 sconfitte consecutive.

Da giocatore conta in totale in serie A 85 presenze (Atalanta 32, Cagliari 53) e 7 reti (Atalanta 1, Cagliari 6).
In serie B complessivamente 180 presenze (Messina 1, Monza 27, Venezia 33, Pescara 36, Lecce 25, Cagliari 32, Ancona 26) e 11 reti (Venezia 2, Pescara 1, Lecce 1, Cagliari 7).

Un precedente (da giocatore) come avversario della Samb:
1) 12 ottobre 2003, serie C1, Giulianova-SAMB 1-3 (Reti: 2pt e 24st SCANDURRA, 21pt NAPOLIONI, 32st Carriello. Allenatore SAMB: Sauro Trillini).

L’ARBITRO: a dirigere Ancona-Samb è stato chiamato il Signor Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco.
Suoi assistenti saranno i Signori Giovanni Mittica (“Assistente 1”) e Dario Gregorio (“Assistente 2”), entrambi appartenenti alla sezione di Bari.

Nato il 12 marzo 1984 e originario di Montevecchia (Provincia di Lecco), Lorenzo Maggioni è diventato arbitro della sezione di Lecco a 18 anni, il 18 maggio 2002.
E’ al 3° anno alla “CAN PRO”.

Ha un precedente con la Samb, nel torneo di serie D 2011/12:
1) 13 novembre 2011, Jesina-SAMB 1-1 (Reti: 43pt Giordano NAPOLANO, 45pt autorete Matteo NICOLOSI. Espulso: 20pt Strappini (J). Allenatore SAMB: Ottavio Palladini, squalificato, in panchina siede il suo vice Luigi Voltattorni).

Un precedente (in serie D 2015/16) con la Samb in coppia nella stessa gara per gli assistenti Mittica e Gregorio, anche in quell’ occasione rispettivamente Assistente 1 e Assistente 2:
1) 29 novembre 2015, SAMB-Recanatese 1-1 (Arbitro Davide Moro di Schio. Reti: 32st Sabatino(S), 40st Mariani. Al 37st Barone della Samb si fa parare un calcio di rigore. Espulso Mariani della Recanatese al 41st per doppia ammonizione. Allenatore Samb: Ottavio Palladini).
Il Signor Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco in questa stagione in Lega Pro ha già arbitrato 16 gare di campionato: 3 nel girone A, 5 nel girone B (tra queste anche due dell’ANCONA, entrambe in casa, entrambe vinte dai dorici di misura 1-0, contro Modena e Reggiana, ultima vittoria casalinga dei biancorossi) e 8 nel girone C.
Il bilancio complessivo è di 8 vittorie per la squadra di casa, 5 pareggi e 3 vittorie per gli ospiti.

Ha assegnato 4 calci di rigore: 2 a favore delle squadre di casa (uno realizzato, l’altro parato) e 2 a favore degli ospiti (entrambi realizzati).
Ha decretato 2 espulsioni: una (“diretta”) nei confronti dei locali e l’altra (per doppia ammonizione) nei confronti degli ospiti.
Nel dettaglio:
1) 4 settembre 2016, Tuttocuoio-Viterbese 0-0;
2) 14 settembre 2016, Fidelis Andria-Paganese 2-0;
3) 24 settembre 2016, ANCONA-Modena 1-0;
4) 9 ottobre 2016, Virtus Francavilla-Casertana 4-1;
5) 23 ottobre 2016, Catania-Lecce 2-0;
6) 6 novembre 2016, Akragas-Melfi 1-1;
7) 20 novembre 2016, Alessandria-Carrarese 2-1;
8) 8 dicembre 2016, SudTirol-Parma 0-1;
9) 17 dicembre 2016, Catanzaro-Fondi 1-1;
10) 30 dicembre 2016, ANCONA-Reggiana 1-0 (Espulsione Reggiana per doppia ammonizione);
11) 28 gennaio 2017, Messina-Juve Stabia 1-0;
12) 25 febbraio 2017, Matera-Siracusa 0-4 (Espulsione Matera, diretta);
13) 20 marzo 2017, Bassano-Venezia 1-2;
14) 1° aprile 2017, Reggina-Melfi 2-1 (Rigore Reggina: trasformato);
15) 8 aprile 2017, Alessandria-Prato 2-2 (Rigore Alessandria: parato. Rigore Prato: trasformato);
16) 23 aprile 2017, Mantova-Lumezzane 1-1 (Rigore Lumezzane: trasformato).

I PRECEDENTI: sono in totale 19 i precedenti tra biancorossi e rossoblù in terra anconetana considerando 17 gare valevoli per il Campionato e 2 per la Coppa Italia.
Nei 17 incontri di campionato il bilancio totale è di 3 vittorie per la Samb, 6 pareggi e 8 vittorie per l’Ancona; i primi 13 incontri sono stati giocati nel vecchio stadio “Dorico”, sito al centro della città, gli ultimi 4 al “Del Conero”.

Il primo scontro, dunque, si gioca al “Dorico” il 22 gennaio 1933 in Prima Divisione (Terzo Livello calcistico).
La Samb esce sconfitta 0-3 per le reti di Marinari, Berti e Giombetti.
Fino alla gara persa il 1° gennaio 1967, la Samb torna regolarmente sconfitta dal Dorico nei primi 6 scontri consecutivi 6 scontri nel Terzo Livello (Prima Divisione e Serie C): sei sconfitte, 16 reti subìte e 4 realizzate, quella di Riccetti il 26 novembre 1933 (1-4), quelle di Palestini V il 14 novembre 1948 (1-4) e il 27 novembre 1949 e quella di Giorgio Olivieri il giorno di Capodanno del 1967 (1-2).
Finalmente l’8 ottobre 1967 arriva la prima delle tre vittorie ad Ancona (tutte vinte con il risultato di 1-0).
E’ Marco Capecchi a siglare il gol della storica vittoria rossoblù al 37° minuto del primo tempo.
Dopo la rete del vantaggio l’arbitro Gialluisi di Barletta espelle per reciproche scorrettezze Campi dell’Ancona e Giovanni Romani (detto “la rogna”) della Samb.
A 5 minuti dal termine il biancorosso Guizzo mette alle spalle dell’estremo difensore rossoblù Roberto Tancredi ma il gol viene annullato dal direttore di gara.
La Samb (allenata da Alberto Eliani) può festeggiare il suo primo successo al “Dorico”.
La stagione successiva (11 maggio 1969) una doppietta dell’anconetano Giulio nel primo quarto d’ora di gioco spiana la strada ai locali al successo: 2-1 il risultato finale con la rete della “bandiera” rossoblù siglata a due minuti dal termine da Alberto Mari.
I due pareggi del 9 novembre 1969 (1-1, gol Samb di Nicola Traini) e del 13 dicembre 1970 (0-0) precedono la seconda vittoria corsara della Samb.
E’ il 5 marzo 1972 e si gioca la 5a giornata del girone di ritorno quando i ragazzi di Piero Persico riescono a sfondare la porta biancorossa difesa da Ivan Chiarini grazie alla rete del centrocampista Aldo Piccoli a metà del secondo tempo.
Sette mesi più tardi, il 1° ottobre 1972, la Samb di Piero Persico non va oltre il risultato di 0-0: un mese più tardi, con l’arrivo di mister Marino Bergamasco inizierà la memorabile “epopea” della “SamBergamasco”.
L’Anconitana a fine stagione retrocede in serie D.

Il 5 febbraio 1989 va di scena l’unico scontro giocato in cadetteria e l’ultimo al vecchio Stadio “Dorico”.
E’ domenica di Carnevale e sugli spalti dell’impianto anconetano è festa “mascherata” per la grande massa dei tifosi rossoblù presenti.
In campo è pareggio 1-1 grazie alle reti di Massimo Ficcadenti alla mezzora del primo tempo e al pareggio dorico di De Stefanis che, ad un quarto d’ora dalla fine, trasforma un discutibile calcio di rigore assegnato dall’ arbitro Beschin di Legnago.

Diciotto anni dopo in serie C1, il 6 maggio 2007, si gioca la penultima giornata di campionato e il primo scontro allo Stadio “Del Conero”.
La Samb di Guido Ugolotti viene trafitta dalla tripletta dell’ex rossoblù Emilio Docente che va a segno al 20°, al 30° e al 90°.
E’ 3-0 per l’Ancona di mister Francesco Monaco ed è l’ultima sconfitta della Samb in campionato in casa dorica.
Sette mesi più tardi, il 2 dicembre 2007, i rossoblù di Enrico Piccioni agguantano l’1-1 a nove minuti dal termine grazie al gol di Davis Curiale; i biancorossi si erano portati in vantaggio con Anderson alla mezzora della prima frazione di gioco.
E’ datata 18 settembre 2011 l’ultima vittoria corsara rossoblù contro l’Ancona.
E’ la terza giornata del torneo di serie D e dopo due consecutivi pareggi per 1-1 (a Trivento e in casa contro la Vis Pesaro) i ragazzi di Ottavio Palladini portano a casa la prima vittoria stagionale.
A decidere l’incontro è un preciso colpo di testa di Cristian Pazzi su cross di Giorgio Di Vicino al 7° minuto del primo tempo (* nella foto).
La Samb resiste agli attacchi avversari, sfiora il gol del raddoppio e al 90° può festeggiare la prima vittoria al “Del Conero”, quasi quarant’anni dopo l’ultima in terra anconetana al vecchio “Dorico”.
Nell’ultimo precedente, il 17 marzo 2013, sono oltre 1200 i tifosi rossoblù presenti al “Del Conero” per incitare i rossoblù di mister Palladini.
L’Ancona di Massimiliano Favo passa in vantaggio al quarto d’ora del primo tempo con Cavallaro che trasforma un calcio di rigore assegnato dall’ arbitro Candeo di Este.
Venti minuti più tardi è Marco Ianni a ristabilire la parità mettendo in rete su assist di Giordano Napolano, 1-1.

TUTTI I PRECEDENTI IN GARE UFFICIALI IN CASA DORICA.

CAMPIONATO
Prima Divisione (3° Livello) 1932/33 Anconitana Bianchi-Samb 3-0
Prima Divisione (3° Livello) 1933/34 Anconitana Bianchi-Samb 4-1
Serie C (3° Livello) 1948/49 Anconitana-Samb 4-1.
Serie C (3° Livello) 1949/50 Anconitana-Samb 2-1.
Serie C (3° Livello) 1951/52 Anconitana-Samb 1-0.
Serie C (3° Livello) 1966/67 Anconitana-Samb 2-1.
Serie C (3° Livello) 1967/68 Anconitana-Samb 0-1.
Serie C (3° Livello) 1968/69 Anconitana-Samb 2-1.
Serie C (3° Livello) 1969/70 Anconitana-Samb 1-1.
Serie C (3° Livello) 1970/71 Anconitana-Samb 0-0.
Serie C (3° Livello) 1971/72 Anconitana-Samb 0-1.
Serie C (3° Livello) 1972/73 Anconitana-Samb 0-0.
Serie B (2° Livello) 1988/89 Ancona-Samb 1-1.
Serie C (3° Livello) 2006/07 Ancona-Samb 3-0.
Serie C (3° Livello) 2007/08 Ancona-Samb 1-1.
Serie D (5° Livello) 2011/12 Ancona-Samb 0-1.
Serie D (5° Livello) 2012/13 Ancona-Samb 1-1.

COPPA ITALIA
1972/73 Primo Turno Coppa Italia Serie C Anconitana-Samb 1-4.
2006/07 Primo Turno “Secco” Coppa Italia Serie D – Ancona-Samb 3-0 (Eliminata).

RIEPILOGO SCONTRI DIRETTI IN CAMPIONATO IN CASA SAMB
GIOCATE: 17 (1 nel secondo livello, 14 nel terzo e 2 nel quinto).
VITTORIE SAMB: 3.
PARI: 6.
SCONFITTE SAMB: 8.
GOL FATTI SAMB: 12.
GOL SUBITI SAMB: 25.

“ULTIMISSIME” … DELLE DUE SQUADRE

ANCONA IN CASA (campionato)
ULTIMA VITTORIA: 30 dicembre 2016 Ancona-Reggiana 1-0.
(Non vince in Casa da 7 gare).
ULTIMO PARI: 15 aprile 2017 Ancona-FeralpiSalò 1-1.
(Ultima gara giocata in Casa).
ULTIMA SCONFITTA: 5 aprile 2017 Ancona-Teramo 0-1.
(Non perde in Casa da una gara).

SAMB IN TRASFERTA (campionato)
ULTIMA VITTORIA: 5 marzo 2017 Südtirol-Samb 2-5.
(Non vince in Trasferta da 4 gare).
ULTIMO PARI: 10 aprile 2017 AlbinoLeffe-Samb 0-0.
(Non pareggia in Trasferta da una gara).
ULTIMA SCONFITTA: 15 aprile 2017 Modena-Samb 2-1.
(Ultima gara giocata in trasferta).

(*) Nella foto: 18 settembre 2011 – Serie D – Ancona-Samb 0-1.
E’ il 7° minuto del primo tempo e Cristian Pazzi ha appena scoccato il colpo di testa vincente per la vittoria corsara al “Del Conero”: è questo l’ultimo successo rossoblù nella “città dorica”.

A cura di Luigi Tommolini

Commenta l'articolo

PER INVIARE UN COMMENTO, REGISTRATI ORA OPPURE LOGGATI AL SITO CON USERNAME E PASSWORD

 

 
 
   
  ANTICA PASTA GLOBO
 
© S.S. Sambenedettese Srl p.iva 02177180441 - viale dello Sport, 62 San Benedetto del Tronto. Tel: +39 0735.782429 / fax: +39 0735.786285
info[@]sambenedettesecalcio.it