SAMBSTORE PRODOTTI UFFICIALI S.S. SAMBENEDETTESE
PlayOff, 3-2 al Gubbio e la Samb accede alla Seconda Fase PDF
(0 voti)
News - Prima Squadra
Sabato 13 Maggio 2017 23:31
Questo articolo è stato letto: 3181 volte

gubsam

Un mordace Agodirin ed un Mancuso al quadrato mandano in estasi il popolo rossoblù

GUBBIO: 1 volpe, 6 Marini, 7 Ferretti, 8 Romano, 11 Zanchi, 14 Conti (24'st 25 Lunetta), 23 Kalombo (5'st 19 Candellone), 24 Burzigotti (33'st 5 Rinaldi), 26 Giacomarro, 28 Casiraghi, 30 Piccinni. All: Giuseppe Magi. A disp: 22 Zandrini, 2 Stefanelli, 3 Petti, 4 Croce, 5 Rinaldi, 10 Ferri Marini, 12 Monti, 13 Marghi, 15 Bergamini, 18 Otin Lafuente, 19 Candellone, 25 Lunetta.

SAMBENEDETTESE: 33 Aridità (29'pt 22 Pegorin), 2 Di Pasquale, 3 Radi, 5 Grillo (16'pt 13 N'Tow), 6 Lulli, 7 Mancuso, 9 Sorrentino, 14 Rapisarda, 15 Agodirin (33'st 8 Sabatino), 21 Vallocchia, 23 Bacinovic. All: Stefano Sanderra. A disp: 22 Pegorin, 4 Di Filippo, 8 Sabatino, 10 Bernardo, 11 Pezzotti, 13 N'Tow, 17 Di Massimo, 18 Candellori, 19 Ferrara, 20 Mattia, 25 Mori, 1 Morelli.

Arbitro: Pierantonio Perotti di Legnano
Assistenti: Riccardo Fabbro di Roma 1 e Tommaso diomaiuta di Albano Laziale
Quarto uomo: Vincenzo Fiorini di Frosinone

NOTE
Spettatori: 2200 circa di cui 900 provenienti da San Benedetto del Tronto
Marcatori: 6'pt Agodirin(S); 20'pt Mancuso(rig.)(S); 30'st Mancuso(S); 41'st Casiraghi(G); 47'st Rinaldi(G);
Ammonizioni: 8'pt Casiraghi(G); 31'pt Di Pasquale(S); 29'st Piccinni(G);
Espulsioni:
Angoli: 4 - 5
Recupero: 1°Tempo: 4min./ 2°Tempo: 2min.
Note: Giornata soleggiata, 24° circa, terreo di gioco in buone condizioni

Pasito pasito la Samb accede alla Seconda Fase dei PlayOff di Lega Pro 2016/17. Nel primo dei due anticipi della prima fase, i rossoblù portano a casa l'unico risultato utile su tre, ovvero la vittoria per 3-2, permettendo così ai 900 tifosi al seguito di poter continuare il sogno e affrontare, domenica 21 maggio al Riviera delle Palme, il Lecce.

Mister Sanderra schiera la formazione fotocopia vittoriosa contro il Pordenone, con due uniche variazioni: tra i pali Aridità; in difesa torna Radi a dare man forte a Di Pasquale, rilevando, dunque, Di Filippo.

Il diktat del tecnico romano "Partire forti" viene ben recepito dai suoi uomini: al 5' Vallocchia riceve palla al limite da Agodirin e cerca il secondo palo, ma la palla finisce fuori d'un soffio. Trenta secondi dopo sono gli eugubini di mister Magi a ricambiare in contropiede con Casiraghi che, all'altezza del dischetto, ciabatta. Ma la determinazione e la voglia di non sfigurare di fronte all'immenso popolo rossoblù giunto in massa da San Benedetto si dimostrano, sin da subito, le armi precipue per agguantare la gara. Al 7' uno strepitoso Mancuso, dalla destra, mette al centro per Agodirin che, in corsa, insacca alle spalle di Volpe portando la Samb avanti per 1-0. Terzo gol per l'attaccante nigeriano in questa stagione, uno dei protagonisti assoluti del match, che conferma lo stato di forma ritrovato e l'ottima intesa nel reparto offensivo con il suo ex collega a tempi del Catanzaro Mancuso. Piccola curiosità: le tre reti siglate da Agodirin sono state messe a segno tutte nel primo tempo ed entro i primi 15 minuti di gara. I padroni di casa rispondono al 14' con Ferretti ma la rete non viene convalidata da Perotti di Legnano per offside. La punta umbra ci riprova nuovamente al 18', ma l'estremo difensoe rossoblù gli nega lo specchio della porta. Al 20' altro colpo di scena: Lulli serve in profondità Mancuso che, entrato in area tutto solo, viene affrontato da Volpe che lo abbatte. Per Perotti non ci sono dubbi: calcio di rigore per la Samb. Sul dischetto si presenta il capocannoniere della Lega Pro che non sbaglia e realizza la seconda rete della gara, scatenando il tripudio di cori e bandiere del settore ospiti del Barbetti riservato ai supporters rivieraschi. Uno spettacolo degno di ben altri palcoscenici professionistici. Il Gubbio non molla la presa e, al 24', si vede annullata un'altra rete per offside, questa volta, di Piccinni. Intanto Sanderra, dopo il primo cambio di Grillo per N'Tow al 16' per infortunio, è alle prese con un'altra sostituzione forzata: Pegorin per Aridità a causa di un infortunio al piede di quest'ultimo. Samb, dunque, che gioca 2 dei 3 jolly a disposizione nei primi 30 minuti di gioco. Al 31' occasionissima per gli ospiti: Sorrentino riceve palla al limite tutto solo, entra in area ed incredibilmente calcia alto. Un minuto più tardi risponde il Gubbio con Zanchi che, in corsa, conclude a rete ma Rapisarda devia in corner. Primo tempo che termina, dunque, con un risultato all'inglese in favore dei rossoblù marchigiani, più arrembanti e coriacei dei colleghi.

La ripresa appare, da subito, più intensa e ricca di spunti. Al 16'st ghiottissima occasione per il Gubbio: Giacomarro riceve palla in area circondato da 4 rossoblù, riesce comunque a girare a rete, ma la sua conclusione termina d'un soffio fuori. Al 18'st conclusione insidiosa al limite di Lulli, respinge Volpe, recupera Mancuso che cerca la rete, ma la sua conclusione viene deviata in corner. Sessanta secondi più tardi e la Samb è di nuovo in area di rigore avversaria: Agodirin da fuori area tenta una conclusione impossibile, la sfera si stampa sulla traversa e torna in campo, la difesa del Gubbio libera. Splendida azione personale dell'esterno ex Spal che tenta la giocata, divenuta impossibile solo per qualche centimetro. Al 21'st ancora una ghiotta occasione per la Samb: Mancuso riceve palla sul filo dell'offside, arriva sul fondo e mette al centro, a pochi metri dalla linea di porta, Sorrentino viene anticipato da Piccinni e l'azione sfuma. Squadre che trasmigrano da una porzione di campo all'altro, rendendo la gara altamente imprevedibile e ricca di pathos. Al 28'st dalla sinistra Candellone serve Piccinni che, a centro area, tutto solo ed a porta sguarnita, manda incredibilmente il pallone alto. E, come si suol dire nel gergo calcistico, gol mancato, gol subito: al 30'st, torre a proseguire sulla sinistra di Sorrentino per Mancuso che, entrato in area, prima conclude su Volpe, poi riprende la ribattuta ed insacca per il tris e per la doppietta personale. La stoffa di bomber da razza c'è e la conferma dell'essere il re dei marcatori dei tre giorni della Lega Pro anche. Al 41'st, dopo una respinta di Pegorin su conclusione di Candelloni, Casiraghi raccoglie al limite e batte a rete per il 3-1. Nei minuti finali, è il Gubbio a prendere in mano il pallino del gioco e a manovrare ed impostare le azioni: al 42' Ferretti dalla distanza impegna Pegorin che respinge coi pugni, ma la difesa della Samb si salva in corner; al 46'st, invece, colpo di testa di Casiraghi, Pegorin respinge, riprende di testa Rinaldi ed insacca per il 3-2 che accorcia ulteriormente le distanze.

Al triplice fischio finale, la Samb può finalmente esultare e godersi la meritata vittoria, conquistata grazie al grande spirito di sacrificio e umiltà dei ragazzi di mister Sanderra, in sinergia con la scia del tifo rossoblù pronta ad amalgamarsi e festeggiare con tutti i calciatori il passaggio del turno successivo. Fase nella quale la Samb se la giocherò a viso aperto, nella formula andata e ritorno, contro il Lecce, secondo classificato del Girone C.

Prossimo appuntamento domenica 21 maggio per Samb - Lecce in programma al Riviera delle Palme. E, c'è da giurarci, che sarà un avvenimento dai contorni di alto professionismo.

Ilenia Di Felice
Ufficio Stampa
S.S. Sambenedettese

Commenta l'articolo

PER INVIARE UN COMMENTO, REGISTRATI ORA OPPURE LOGGATI AL SITO CON USERNAME E PASSWORD

 

 
 
  ANTICA PASTA
   
© S.S. Sambenedettese Srl p.iva 02177180441 - viale dello Sport, 62 San Benedetto del Tronto. Tel: +39 0735.782429 / fax: +39 0735.786285
info[@]sambenedettesecalcio.it