SAMBSTORE PRODOTTI UFFICIALI S.S. SAMBENEDETTESE
Francesco Moriero incontra la stampa PDF
(0 voti)
News - Prima Squadra
Sabato 09 Settembre 2017 15:46
Questo articolo è stato letto: 1069 volte

francesco-moriero

Il mister in sala stampa alla vigilia della gara contro il Feralpisalo', valevole per la 3a giornata serie c girone b 2017-18

 
 
Come sono le condizioni fisiche di Esposito?
Ci consulteremo con lo staff medico e sentiremo cosa avranno da dirci. Mi dispiace per Vittorio perché era un momento molto positivo per lui, però dobbiamo aspettare il responso dello staff medico. Lui vuole esserci a tutti i costi alla partita, ha fatto un giorno e mezzo di riposo, però ci sono anche altri ragazzi che sono pronti. Vedremo.

Gli altri giocatori stanno bene?
Per fortuna sì, questa settimana hanno lavorato bene, con grande impegno e ottima intensità. Questa è una squadra che si allena bene, che ha carattere, dedita al lavoro. Sappiamo che domani affronteremo una squadra con nomi importanti, ma io dico sempre che i nomi non sono importanti, ma è importante l'aspetto mentale e l'interpretazione della partita, l'aggressività. Il Feralpisalò è una squadra costruita a vincere, che ha esperienza, noi invece siamo una squadra giovane che sta crescendo, partita dopo partita, allenamento dopo allenamento. Questa volta giochiamo in casa e fortunatamente avremo il nostro pubblico che ci sosterrà sempre dal primo all'ultimo minuto. mi auguro di fare la partita perfetta e di mettere in mostra la nostra crescita, sia caratteriale che fisica.

Qual'è stato l'approccio che ha utilizzato con i giocatori dopo domenica scorsa?
I calciatori vivono di emozioni e il mio approccio è stato quello di farli lavorare subito, di spiegargli come quei 30 minuti sono passati e adesso quella gara va recuperata in qualche modo, ma non è stato tutto negativo. Il derby non è una partita come tutte le altre, è normale che ci siano tante emozioni durante una gara così, ma giudicare i ragazzi solo per 30 minuti non è corretto, anche se tutti sappiamo che non sono andati bene. Loro sono stati più forti, era la prima partita che giocavano, ma erano pronti a giocare con la Sambenedettese. La partita l'avevo letta, sapevo che sarebbe andata così e sapevo che dovevamo partire più aggressivi, anche se avevo l'impressione che avremmo recuperato bene. Non tutti hanno rispettato il proprio ruolo, ce qualche giocatore non ha capito cosa volesse dire giocare un derby con la maglia della samb, per cui tutto questo ci sarà da lezione. Adesso ci aspetta un'altra battaglia, la partita con la Fermana si riprenderà il 20 settembre e quindi ci penseremo più in là. Questa settimana abbiamo parlato e lavorato tanto, pretendo di più da loro, siamo un'ottima squadra che ha come caratteristica principale l'agonismo, oltre alla tecnica e all'aggressività.

Che tipo di modulo attua l'allenatore Serena?
Serena da quest'anno attua un 3-5-2, modulo che permette di variare molto, sia sulla fase difensiva che offensiva, quindi non è una squadra che si chiude in difesa, è una squadra che gioca a calcio, formata da giocatori di alto livello e di grande esperienza e qualità. Questo però per noi deve essere solo un motivo in più per fare bene e misurarci contro una delle favorite. Noi daremo il massimo, con l'atteggiamento e la voglia di superare una squadra forte, perché non siamo inferiori, ma semplicemente abbiamo qualità diverse. Faremo di tutto per portare a casa i tre punti, poi sarà il campo a decidere se abbiamo fatto il massimo o meno. Saremo aggressivi, cattivi e pronti a ripartire, difendendo ogni spazio, e approfittando degli errori altrui. Mi aspetto una partita "maschia" vicino al nostro pubblico e mi auguro che i miei ragazzi lo abbiano capito, anche perché li stiamo allenando per questo.

Raffaello mancherà dalla rosa dei leoni del garda perché infortunato. Questo può cambiare qualcosa?
No, perché hanno una rosa importante, con dei giocatori che sanno giocare a calcio e fanno della tecnica il loro punto di forza. Riescono a cambiare il gioco, a fare tiri lunghi, hanno dei buoni movimenti offensivi, hanno due attaccanti molto forti, ma noi non siamo scarsi, e se troviamo il giusto equilibrio possiamo fare grandi risultati. Questa settimana abbiamo lavorato tantissimo sull'aggressione e sui cinque contro cinque, per fargli capire che il calcio non è fatto solo di qualità ma anche di interpretazione.

Bove nell'amichevole di giovedì lo ha provato diversamente al centrocampo...
Sì, Bove è un giocatore che può fare sia centrocampo alto che basso, è molto intelligente, di grande personalità e di grande qualità. Interpreta molto bene il mio pensiero sul gioco del calcio e verticalizza sempre al momento giusto. Abbiamo fatto riposare Bacinovic perché aveva un piccolo problemino. Abbiamo giocatori giovani di grande qualità e mi aspetto molto da loro, soprattutto a livello caratteriale, e Bove è uno di quelli.

Ufficio Stampa
 

 

 

Commenta l'articolo

PER INVIARE UN COMMENTO, REGISTRATI ORA OPPURE LOGGATI AL SITO CON USERNAME E PASSWORD

 

 
 
SIRIO TOYOTA ANTICA PASTA GLOBO
 
© S.S. Sambenedettese Srl p.iva 02177180441 - viale dello Sport, 62 San Benedetto del Tronto. Tel: +39 0735.782429 / fax: +39 0735.786285
info[@]sambenedettesecalcio.it