Buon Compleanno Luigi Traini

Buon Compleanno Luigi Traini

24.10.2012
0:00 am

Il 24 ottobre 1926 nacque a San Benedetto del Tronto il compianto Luigi "Gigi" Traini.
Sambenedettese purosangue, figlio di "piccirille", fu il primo rossoblu sambenedettese a giocare in Serie A.

Nacque calcisticamente nelle giovanili della Samb nel periodo del secondo conflitto mondiale ed esordì con la prima squadra in serie C.
Dotato di un'elevazione ed uno stacco di testa incredibile, Gigi fu subito soprannominato "cuccì", "testina d'oro" e addirittura il "Piola delle Marche".

Attaccante di razza (una domenica un suo tiro sfondò letteralmente la rete della porta del "Ballarin") l'Alessandria nel 1947/48 lo prelevò dalla Samb e lo fece esordire in Serie A l'8 febbraio 1948 contro il Milan: Gigi aveva poco più di ventuno anni.

Purtroppo il suo esordio nella massima serie fu a dir poco drammatico; infatti, dopo soli otto minuti di gioco il rossonero Gianni Toppan colpì di netto la sua gamba causandogli un grave infortunio.
Traini giocò solamente un'altra gara, quella contro la Sampdoria due mesi dopo, e lì finì la sua sfortunata esperienza in Serie A (2 presenze).

L'anno seguente andò alla Spal di Ferrara in Serie B e l'anno successivo ci fu il "ritorno in patria" nel torneo di Serie C 1949/50.

Con la Samb giocò sempre in Serie C fino al torneo 1954/55, anche se nel 1951/52 indossò la maglia della Fermana: il suo ultimo goal con la casacca rossoblu lo siglò l'8 maggio 1955 contro il Catanzaro (1-1), mentre l'ultima gara con la Samb è datata 12 giugno 1955 in trasferta contro la Carbosarda (0-0).

Gigi passò al Pescara in serie D (IV serie), un anno, per poi andare ad Ascoli quattro anni (dalla Promozione alla Serie C).
Dall'Ascoli ritornò in Serie D a Caserta.

Finita la carriera di calciatore intraprese quella di allenatore del settore giovanile rossoblu.

Vice di Mister Marino Bergamasco negli anni aurei della "SamBergamasco" fece il debutto in Serie B sulla panchina rossoblu, insieme a Nicola Tribuiani, per sostituire il 5 dicembre 1976 Eugenio Fantini; a fine torneo arrivò tranquillamente la salvezza.

Sposato con Stella Notti, figlia di Alfredo, detto il Négher (per via della sua pelle scura), leggendario giocatore e allenatore della Samb (1947/50 e 1954/55), Gigi morì per un male incurabile il 14 dicembre 1992 all'età di 66 anni.

Un dovere ricordarti!!!

Ciao e Grazie Grande Gigi.

Samb serie C 1951-52
Samb 1951-52, serie C, Luigi Traini è il terzo in piedi da sx.
Traverso, Finotto, Traini I,  Bortoletto, Traini II, Ottino (all.Giocatore)
Centrali: Palestini IV, Cacchiò
Seduti: Astraceli, Persico, Brignone, Morsan

 1954-55
Una formazione della Samb del 1954/55: In piedi da sinistra, l'allenatore Notti (suocero di Gigi Traini), Lepre, Cacchiò, Rossi, Di Fraia, Padovan, Gigi Traini; accosciati da sinistra, Sellani, Ferretti, Zanoni, Morsan e Gustavo Travaglini.

Gino Ricci e Traini
24 ottobre 1954 (tra l'altro 28° compleanno di Gigi Traini); la partita sul campo terminò 1-1 con goals di Traini al 40' e pareggio a 3' dal termine del toscano Bernardis...che provocò le ire dei nostri avi sugli spalti e di conseguenza fu annullata e data vinta al Livorno a tavolino 2-0; Gino Ricci abbraccia Traini

DSC04465
Premiato verso la metà degli anni settanta dal grandissimo tifoso rossoblu Giuseppe Marconi (Foto concessami dal Signor Marconi)

bergamasco-tifosi-1974
Estate 1974. Vice di Bergamasco si brinda alla promozione in B e alla realizzazione della Gradinata Sud del Ballarin in cemento


di Luigi Tommolini

Categoria: Compleanni